Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 17:07

Lesione e danneggiamento aggravato, nei guai 4 tunisini

Lesione e danneggiamento aggravato, nei guai 4 tunisini

Lecce - Intorno alle ore 02.00 della scorsa notte giungeva presso il Commissariato di Nardò una richiesta telefonica di soccorso ad opera del titolare di un bar sito in Corso Vittorio Emanuele II, nei pressi del Teatro Comunale, segnalante un’aggressione in corso ad opera di alcuni cittadini di nazionalità tunisina

La Volante intervenuta bloccava quattro cittadini extracomunitari in evidente stato di agitazione, notando altresì il locale con evidenti segni di danneggiamento, vetri e suppellettili del bar rotte e persone ferite (compresi i quattro tunisini). Nell’immediatezza, ristabilita la calma, tutte le persone venivano accompagnate presso il Commissariato di P.S. Nardò ove all’esito degli accertamenti di polizia giudiziaria svolti, venivano ricostruiti i fatti che si possono così sintetizzare: i quattro cittadini tunisini erano seduti ai tavoli posti all’esterno del bar sin dalle ore 22.00 precedenti; intorno alle 01.00, dopo aver consumato l’ennesima bevanda alcolica, incominciavano a litigare tra di loro con veemenza. A quel punto un giovane neretino, avventore del bar, usciva all’esterno richiamato dalle forti grida e senza ragione alcuna veniva aggredito dagli extra comunitari subendo il lancio di una sedia di plastica che lo colpiva al volto e lo faceva sanguinare abbondantemente; il 24enne cercava di fuggire riuscendo a chiudersi nel bagno del bar.

Stessa sorte subiva il proprietario del bar che dopo aver visto i cittadini extracomunitari litigare tra loro giungendo anche alle mani, nell’atto di calmarli veniva aggredito riuscendo a divincolarsi per sfuggire alla violenza. Nell’intento di preservare la propria persona e l’esercizio commerciale riusciva a chiudere la porta del bar mentre gli extracomunitari erano all’esterno e tentavano di entrare. In questo frangente colpivano la porta mandando in frantumi il vetro. A questo punto giungeva la pattuglia della Polizia che bloccava tutto e traeva i quattro tunisini in arresto per i reati di lesioni gravi e danneggiamento aggravato in concorso tra loro e messi adisposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Lecce Dottor CARDUCCI.

I quattro tunisini venivano opportunamente identificati per HASSINE Achraf di anni 21, BAAZAOUI Bilel di anni 30, BEN CHEHIMA Ali KHALIFA Naceur questi ultimi di anni 41, tutti muniti di regolare Permesso di Soggiorno e domiciliati a Nardò ove normalmente prestano lavoro in ambito agricolo.

Mentre i tunisini riportavano lesioni alle mani, guaribili dai cinque ai sette giorni, il 24enne neretino aveva la peggio perché trasportato all’Ospedale di Gallipoli gli veniva diagnosticata una frattura del setto nasale ed escoriazioni multiple con prognosi di 25 giorni; il titolare del bar, invece, si riservava di sottoporsi alle cure mediche.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner