Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 22:42

Sbarco nella notte, 29 migranti sulle coste del Salento

Sbarco nella notte, 29 migranti sulle coste del Salento

Gagliano Del Capo - Nel corso di una delle quotidiane missioni di pattugliamento del Canale d’Otranto per il controllo dei flussi migratori clandestini e degli altri traffici illeciti, una motovedetta del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, competente per la sorveglianza delle coste pugliesi, supportata da unità del Gruppo Aeronavale di Taranto, (che svolge le funzioni di Centro di Coordinamento Locale Frontex per l’operazione “TRITON 2015”, di recente potenziata anche nell’area del basso adriatico e dell’alto ionio), intercettava, nella notte scorsa, un potente gommone prossimo a prendere terra in località Marina di Novaglie. L’equipaggio della vedetta, tenuto conto che l’intervento al momento dello sbarco in quelle particolari condizioni avrebbe potuto comportare un rischio per l’incolumità dei migranti trasportati, allertate le pattuglie a terra che venivano indirizzate sul punto di approdo, decideva di bloccare il potente gommone a sbarco avvenuto.

I trafficanti di uomini, tuttavia, alle intimazioni di alt della vedetta delle fiamme gialle, rispondevano con un tentativo spericolato di fuga, manovrando, sotto costa, pericolosamente e ad altissima velocità. Tale comportamento, vista comunque la presenza dei bassi fondali e la concitazione dell’inseguimento, determinava il distacco di un motore che urtava contro una roccia e di conseguenza facilitava la cattura del mezzo da parte dei militari. I due scafisti, vista la vicinanza della costa, si tuffavano in acqua. Il primo riusciva a guadagnare la riva, facendo perdere le proprie tracce mentre il secondo veniva in acqua bloccato dai finanzieri. 

Lo scafo catturato, un potente gommone di 10 metri, veniva condotto presso gli ormeggi della vicina base navale della Guardia di Finanza di Otranto, scortato dalle motovedette e sottoposto a sequestro. Lo scafista, M. I. cinquantenne di nazionalità greca, con precedenti specifici per reati legati all’illegale traffico di migranti, veniva tratto in arresto per il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, mentre per il secondo scafista sono in corso ricerche. I migranti rintracciati a terra dalle cooperanti pattuglie della Guardia di Finanza e dei Carabinieri, tutti apparsi in buono stato di salute, erano complessivamente 30, di cui 11 maschi adulti, 8 donne adulte e 1 minore di nazionalità somala e 10 maschi adulti pakistani. Per le procedure di rito e per i necessari approfondimenti sulla posizione dei singoli, i migranti sono stati trasferiti presso il centro di temporanea assistenza “Don Tonino Bello” di Otranto.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner