Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 07:11

Truffe con le "Case-Vacanza", nei guai 6 persone

Truffe con le "Case-Vacanza", nei guai 6 persone

Gallipoli - I militari della Stazione dei carabinieri di Gallipoli, al termine di lunghe e complesse indagini, hanno deferito in stato di libertà sei persone, ritenute responsabili di oltre trenta casi di truffa di false case – vacanze avvenuti nella stagione estiva 2014. Le sei persone denunciate, A.V., 49enne di Erba (CO), V.B.D. 33enne di Como; C.D. 28enne di Soleto, L.S. 52enne di San Fiorano (Lodi), L.F. 31enne di Salerno, e P.A. 25enne di San Valentino Torio (SA), pur non conoscendosi tra loro ed agendo in modo distinto, avevano posto in essere le truffe con il medesimo modus operandi. Infatti aprivano su siti di annunci online ed e – commerce dei finti profili intestati a persone inesistenti, dando dati personali e contatti (solo tramite email) altrettanto fasulli (spesso veniva creata una casella di posta elettronica ad hoc) ed in qualche caso addirittura si spacciavano per vere agenzie immobiliari. Inserivano quindi in questi siti, annunci di affitto di case – vacanza di loro presunta proprietà o disponibilità situate nelle migliori zone balneari di Gallipoli (Baia Verde – Lido Conchiglie – Lido San Giovanni, ecc.) ed attendevano che qualcuno si dimostrasse interessato. Per dare maggiore verosimiglianzacredibilità all’annuncio inserivano foto in realtà tratte da altri annunci. Una volta trovato l’acquirente, sempre per mantenere verosimile l’inganno, veniva spedito loro tramite mail un contratto di locazione ad uso turistico assolutamente perfetto (se non fosse per i dati personali del locatore fasulli) che, firmato, veniva riinviato tramite mail. A questo punto il locatario pagava la caparra confirmatoria attraverso bonifico bancario o ricarica su carta prepagata. Ovviamente, una volta giunto sul luogo presunto dell’abitazione, nel migliore dei casi trovava uno stabile già abitato o già affittato, in altri casi non esisteva nemmeno lo stabile. Le indagini dei militari della Stazione hanno permesso, mediante l’analisi dei profili, degli indirizzi di posta elettronica e seguendo a ritroso i flussi di pagamento, di individuare i sei diversi autori delle truffe capaci di imbrogliare in oltre trenta casi complessivi, riuscendo ad estorcere cifre oscillanti tra i 500 ed i 700 euro ad affitto, per oltre 15.000 – 21.000 euro totali.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner