Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 21 ottobre 2017 - Ore 10:40

Nel cortile di casa aveva vasi e oggetti rubati, denunciato

Nel cortile di casa aveva vasi e oggetti rubati, denunciato

Poggiardo - Mercoledì pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Poggiardo, a parziale conclusione di una attività di indagine finalizzata alla repressione dei reati di tipo predatorio, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lecce C. L., 39enne di Poggiardo, operaio, già noto alle forze dell’ordine. L’attività nasce in conseguenza di una serie di piccoli furti denunciati negli ultimi giorni non solo ai Carabinieri di Poggiardo, ma anche alle stazioni limitrofe ed alle altre forze di polizia. Piccoli furti appunto, aventi come oggetto vasi e piante ornamentali, oggetti in ceramica, giare in terra cotta, mobili, tappeti ed addirittura posate in acciaio, di modico valore se presi singolarmente. Le indagini dei militari si sono concentrate nei confronti di un 39enne, con alcuni precedenti specifici, che dopo alcuni servizi di osservazione, è stato bloccato e sottoposto a perquisizione personale e domiciliare. I sospetti dei Carabinieri sono stati confermati quando all’interno del cortile dell’abitazione di C.L. è stato un ingente quantitativo di piante, vasi ed oggetti dello stesso tipo di quelli asportati nei giorni precedenti nella zona. L’uomo si era creato un piccolo giardino botanico abbellito dagli oggetti in questione, tutti di provenienza furtiva. Tutto il materiale, per un valore stimato di circa 5000 euro, è stato sottoposto a sequestro penale al fine di consentire ai militari di stabilirne la reale provenienza. Appena diffusa la notizia del ritrovamento degli oggetti è iniziata una vera e propria “processione” da parte dei proprietari delle varie abitazioni del posto verso la Stazione Carabinieri di Poggiardo, che ha permesso il riconoscimento di quasi tutto il materiale sottoposto a sequestro e la contestuale restituzione agli aventi diritto. Sono ancora in corso gli accertamenti finalizzati al riconoscimento del restante materiale. C.L. ora dovrà rispondere del reato di ricettazione.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner