Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 23:27

Operazione Deja-vu: blitz all'alba, 11 arresti

Operazione Deja-vu: blitz all'alba, 11 arresti

Lecce - I Carabinieri del Comando Provinciale di Lecce hanno portato a termine un’operazione antimafia contro la sacra corona unita, finalizzata all’arresto di undici persone appartenenti al clan De Tommasi – Notaro, operante nel nord della provincia.

I provvedimenti sono stati disposti dal Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Lecce su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. Vengono contestati i reati di associazione di tipo mafioso di cui all’art. 416 bis, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi anche clandestine, lesioni gravi e minaccia aggravata. 

Nel corso dell’intensa ed articolata attività investigativa è stata documentata l’operatività dell’organizzazione criminale, ancora oggi attiva e capeggiata da Manca Marino in contrasto armato, per il controllo delle attività illegali, con il gruppo dello stesso clan, capeggiato dal detenuto Sergio NOTARO. Il contrasto con il gruppo antagonista si è manifestato attraverso una serie di azioni di fuoco, con finalità omicidiaria ed intimidatoria, riconducibili alla conflittualità interna al clan da parte del gruppo emergente capeggiato da Manca.

Lo stesso Marino Manca, l’8 settembre 2012, riesce a sfuggire all’agguato tesogli dagli altri sodali, mentre è in compagnia di Luca Greco (classe 1972), altro componente dell’organizzazione, gravemente ferito.  4 persone sono state arrestate in flagranza di reato, nel corso delle indagini  per stupefacenti. Si segnala che altre due operazioni antimafia, Vortice – Deja vu e Paco hanno riguardato lo stesso clan, in data 11.11.2014 e 19.01.2015.  

Gli arresti vengono eseguiti nelle province di Lecce e Brindisi. Gli arrestati sono Marino Manca (42 anni di Squinzano), la moglie Alessandra Bruni (24 anni, di Squinzano), i fratelli Luca e Marco Greco (43 e 41 anni di Squinzano), il fratello Angelo, ed i gemelli Roberto e Stefano Napoletano (39, 29, 29 anni di Squinzano), Emiliano Vergine (39 anni di Squinzano), Stefano Renna (34 anni di Squinzano), Giuseppe Ricchiuto (24 anni di Squinzano), Antonio Serratì (41 anni di Trepuzzi). 

Manca, Bruni, i fratelli Greco, Emiliano Vergine e Roberto Napoletano sono accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso. Tutti gli arrestati, rispondono di associazione finalizzata ai traffici di droga. Per Emiliano Vergine e Roberto Napoletano il provvedimento è stato notificato in carcere perchè già detenuti.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner