Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 15:38

Gli altri utenti stanno guardando:

Pesca di frodo, sequestrati 6 quintali di "bianchetto"

Pesca di frodo, sequestrati 6 quintali di "bianchetto"

Taranto - Un enorme quantitativo di novellame di pesce azzurro (comunemente conosciuto come "bianchetto", per via del suo particolare colore), proveniente dalle acque di Pino di Lenne, in provincia di Taranto, e destinato al mercato di Corigliano Calabro, è stato sequestrato, a seguito di un controllo sul lungomare di Ginosa Marina, nella tarda mattinata di due giorni fa, dai finanzieri della Sezione Operativa Navale di Taranto.

I 624 chili di novellame, suddivisi in 78 cassette, sono stati il triste spettacolo che le Fiamme Gialle hanno scoperto a bordo di un furgone, condotto da un pregiudicato calabrese, già noto per fatti della stessa specie, all'atto di un controllo effettuato su strada, al culmine di un'attività di osservazione e pedinamento svoltasi sul litorale tra Pino di Lenne e Ginosa Marina.  

Gli oltre sei quintali di pescato, destinati alla vendita al dettaglio a Schiavonea, frazione di Corigliano Calabro, dove il soggetto sottoposto al controllo esercita il commercio di prodotti ittici, avrebbero fruttato al trasgressore ricavi "in nero" per circa 20.000 Euro. Tutto questo è vietato dalla legge in quanto sia la normativa comunitaria sia quella nazionale proibiscono la pesca, la detenzione, il trasporto e, soprattutto, la commercializzazione di novellame perché ciò pregiudica gravemente sia il normale ripopolamento della fauna marittima sia l’equilibrio dell’ecosistema.  L'uomo, sorpreso in flagranza di reato, è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria di Taranto. Concluse le operazioni, i finanzieri, sentita l'Autorità Giudiziaria e avendo riscontrato, tramite l’intervento del Servizio veterinario dell’ASL Taranto che il pesce sequestrato era in ottimo stato e quindi commestibile, lo hanno consegnato in beneficienza a mense dei poveri, parrocchie, case famiglia, alla Caritas ed altre associazioni di volontariato di Taranto.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner