Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 21:50

Gli altri utenti stanno guardando:

Ferisce l'ex socio e distrugge la sua auto. Arrestato

Ferisce l'ex socio e distrugge la sua auto. Arrestato

Gallipoli - Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Gallipoli e gli agenti del locale Commissariato di Polizia, hanno arrestato Cosimo De Noto di Gallipoli, classe 1987 incensurato- L'uomo  è arrivato in Via Milano a bordo della sua auto ed in preda ad un raptus d’ira ha iniziato a cospargere di liquido infiammabile la macchina della compagna (S.P. del 1977) e di B.N. del 1976, entrambi gallipolini, titolari di licenza N.C.C. per “Ape Calessino”. 

Al primo tentativo di incendiare l’auto, non andato a buon fine, De Noto non si è arreso e, accecato dalla rabbia, è tornato dopo pochi minuti armato di fucile pneumatico tipo subacqueo ed ha iniziato a tagliare, con l’arpione dell’arma, gli pneumatici della Citroen C3 per poi, con il calciolo, colpire ed infrangere il parabrezza ed il lunotto posteriore nonché i finestrini laterali andati completamente in frantumi ed a percuoterne ripetutamente il cofano motore. La scena non è però finita così. Infatti, De Noto si è poi diretto verso l’abitazione dei due fidanzati, sita a pochi passi dal luogo dove era parcheggiata l’auto distrutta e, brandendo un coltello a serramanico con lama di 20 cm, dopo essersi fatto aprire gridando, si è scagliato dapprima contro la ragazza che aveva aperto la porta di casa e, immediatamente dopo, contro l’uomo tentando di accoltellarlo al grido di “TE CCIU TE CCIU”, dileguandosi immediatamente dopo.

A seguito dell’aggressione B.N. riportava lesioni multiple da arma da taglio alla mano destra, giudicate guaribili in 5 giorni, mentre la sua compagna rimaneva miracolosamente illesa. Sul posto, allertati dalla stessa vittima, terrorizzata, sono giunti gli Agenti del Commissariato della Città Bella e, tramite le rispettive Centrali Operative di Carabinieri e Polizia hanno immediatamente diramato le ricerche del “folle fuggitivo”. In pochi minuti una pattuglia dei Carabinieri della locale Stazione è riuscita a individuare e raggiungere De Noto che, a bordo della propria autovettura, ancora sporco di sangue e con delle ferite vistose alle mani procurate durante l’azione delittuosa, vagava senza meta ed in stato confusionale. Condotto negli Uffici della Compagnia dei Carabinieri della Città Bella non ha potuto che ammettere le proprie responsabilità e, d’intesa con il pm di turno Dott. Massimiliano Carducci, è stato dichiarato in stato di arresto per lesioni aggravate dall’uso dell’arma e danneggiamento aggravato e continuato e, esperite le formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari. L’intera scena, che è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza di un esercizio commerciale sito proprio in adiacenza all’abitazione delle vittime, non appare avere ancora un movente preciso anche se gli investigatori, che per ora comunque non escludono anche altre piste (prima tra tutte quella di dissidi privati in ambito personale o familiare) sono orientati ad approfondire le attività di indagine nel mondo degli NCC, con particolare riferimento ai rapporti intercorsi tra le vittime e l’arrestato nell’ambito di tale attività imprenditoriale. De Noto infatti era stato socio delle vittime nell’ ultimo anno e, solo alla fine di febbraio 2015, aveva lasciato la società. Sia il fucile da sub che il coltello, che la bottiglia contenente il liquido infiammabile sono stati sottoposti a sequestro.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner