Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 21:42

Gli altri utenti stanno guardando:

Sequestrate oltre 5 tonnellate di prodotti ittici

Sequestrate oltre 5 tonnellate di prodotti ittici

Taranto - Cinque tonnellate di mitili, oltre un quintale tra echinodermi (ricci di mare), datteri di mare, "mussoli"  e novellame di pesce sottoposti a sequestro insieme a tre coppie di bombole da sub e attrezzatura varia, tra cui 10 metri di rete utilizzata per la pesca a strascico e 20 metri del cosiddetto "velo", la speciale – nonché vietata - rete a maglia strettissima utilizzata, appunto, per la pesca del "novellame".

Cinque i soggetti segnalati all'autorità giudiziaria del capoluogo Jonico e sanzioni amministrative elevate per oltre 30.000 euro: è il risultato di una serie di controlli eseguiti, negli ultimi giorni dai finanzieri della Sezione Operativa Navale di Taranto, quotidianamente impegnati nella vigilanza della costa della provincia Jonica e di quella di Matera, contrasto ai traffici illeciti e la pesca di frodo. A Taranto, in Località Punta Rondinella, i finanzieri, notavano due autovetture, parcheggiate sul litorale, i cui conducenti erano impegnati, a poca distanza, in attività di pesca subacquea con l'ausilio di bombole.

Una volta risaliti dall'immersione, i due soggetti venivano controllati dai militari che li trovavano in possesso di circa tre chili di datteri di mare - prodotto ittico molto ricercato e apprezzato sulle tavole pugliesi, ma del quale sono severamente vietate la pesca, la detenzione e la commercializzazione - e di oltre venti chili di "mussoli". Per uno dei due soggetti - entrambi originari della provincia di Bari e sprovvisti di licenza di pesca - scattava la segnalazione alla Procura della Repubblica per i reati di danneggiamento, distruzione e deturpamento di bellezze naturali, mentre entrambi venivano sanzionati amministrativamente per l'esercizio abusivo della pesca con l'ausilio di autorespiratori. L'attrezzatura da pesca veniva sottoposta a sequestro e il prodotto ittico rigettato in mare alla presenza dei trasgressori.

Nella mattinata di sabato, invece, gli equipaggi di due motovedette intercettavano nelle acque prospicienti la Baia d'Argento, a Marina di Leporano (TA), e in prossimità di Capo San Vito, tre imbarcazioni intente alla pesca del novellame di pesce e del riccio di mare. I rispettivi capi barca, controllati dai finanzieri, risultavano sprovvisti di licenza, mentre a bordo i militari riscontravano la presenza di ben dodici chili di novellame di pesce, del quale, oltre alla pesca, sono vietate la detenzione e la commercializzazione, misure stabilite allo scopo di consentire il ripopolamento della fauna marina.

Per i responsabili di due barche scattava la segnalazione all'Autorità Giudiziaria, oltre al sequestro del pescato, immediatamente riversato in mare, ed all'irrogazione di 8.000 euro di sanzioni amministrative mentre per il responsabile della terza barca, trovato dai finanzieri con a bordo oltre 1500 esemplari di ricci (corrispondenti ad oltre 50 chili) veniva comminata una sanzione amministrativa di 4000 Euro e il pescato, sequestrato, veniva subito restituito al mare. La raccolta giornaliera dei ricci di mare, infatti, è permessa fino ad un massimo di 50 esemplari per i pescatori sportivi e fino a un massimo di 1.000 esemplari per i pescatori professionisti muniti di licenza.

Analoga sorte e sanzione era toccata, qualche giorno prima, nelle acque della Baia d’Argento, ad un altro pescatore di frodo tarantino, anch’egli esperto nella raccolta dei ricci. Alcuni interventi sono stati svolti dai militari grazie alle preziose segnalazioni pervenute al numero di pubblica utilità 117, ciò a conferma che la collaborazione dei cittadini che hanno a cuore il rispetto delle regole e la tutela del mare e dell’ambiente è fondamentale per una maggiore efficacia dell’attività di prevenzione e repressione delle attività illegali. 


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner