Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 11:43

Tampona un'auto e minaccia di morte la conducente. Denunciato

Tampona un'auto e minaccia di morte la conducente. Denunciato

Lecce - Intorno alle ore 13.35 di ieri, una volante è intervenuta in via San Nicola dove era stato segnalato un incidente stradale tra due auto. Il richiedente comunicava al 113 che il conducente che aveva causato il sinistro stradale viaggiava a bordo di una Peugeot 206 di colore blu che si era allontanato subio dopo. Sul posto, si accertava che non vi era stato alcun sinistro, bensì un diverbio per motivi di viabilità, tra una donna alla guida di una Ford Ka, che viaggiava in compagnia di un amico e l’autista della Peugeot.

La donna stava svoltando a sinistra per parcheggiare, probabilmente omettendo di inserire la luce direzionale, costringendo il conducente della Peugeot 206 che la seguiva, a una manovra repentina e da qui ne nasceva un diverbio. Successivamente il conducente la Peugeot 206, un quarantenne leccese, invertiva la marcia e con la sua autovettura andava a collidere volontariamente contro l’auto della donna, precisamente sul parafango posteriore lato destro, causando un’ammaccatura.

A questo punto l’autista della Peugeot, scendeva dall’auto e iniziava a inveire con frasi minacciose. A quel punto il passeggero della Ford Ka, interveniva in favore della sua amica e veniva colpito più volte con degli schiaffi e pugni al volto, minacciato la coppia di gravi ripercussioni,  qualora si fossero rivolti alla polizia. La minaccia appariva concreta anche perché l'uomo faceva presente di sapere come rintracciare i due che peraltro abitano nelle vicinanze del luogo dove il diverbio è accaduto.

L’autista della Peugeot risaliva in macchina e, dopo aver offeso pesantemente la donna, faceva presente di nuovo che se avessero chiamato la Polizia li avrebbe “sparati”. Al diverbio avrebbero assistito anche altri 4 amici della coppia sopraggiunti nel frattempo. Da accertamenti sulla targa del veicolo si risaliva al quarantenne leccese  che veniva invitato in Questura per essere sentito in merito ai fatti accaduti in via San Nicola.

In Ufficio, egli riferiva si di aver avuto un diverbio per motivi di viabilità in via San Nicola, mentre era alla guida della sua autovettura Peugeot 206, di aver colpito con dei pugni un uomo, in quanto quest’ultimo lo aveva offeso facendo riferimento ai suoi defunti. Considerato che l’indagato, risulta essere possessore di porto d’armi in quanto ex Guardia Giurata e di detenere una pistola mod. 357 magnum con relativo munizionamento , si procedeva al ritiro cautelare della pistola ed alla denuncia in stato di libertà per minacce gravi, danneggiamento e sanzionato al codice della strada, poiché l’autovettura era priva di assicurazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner