Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 05:28

Gli altri utenti stanno guardando:

Fermata barca a vela con 91 immigrati e 2 scafisti nello Ionio

Fermata barca a vela con 91 immigrati e 2 scafisti nello Ionio

Taranto - All' 1.50 della giornata di ieri, durante un servizio di pattugliamento dello Ionio a circa 40 miglia dalla costa, in acque internazionali al largo di Crotone, in coordinamento con le attività dell’Operazione Frontex TRITON 2014, un Pattugliatore d’altura del Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto (che ha impiegato il Pattugliatore Veloce PV6 Barbarisi, di stanza a Taranto, e dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, con 2 vedette veloci, in coordinamento con le attività dell'Operazione Frontex TRITON 2014, di cui il Gruppo Aeronavale della Guardia di Finanza di Taranto svolge le funzioni di Local Coordination Centre per il Mare Ionio ed il Canale d'Otranto) e due vedette del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, hanno individuato una imbarcazione a vela, di circa 10 metri, con migranti, in regolare navigazione verso le coste calabresi. Le Unità navali delle Fiamme gialle hanno quindi seguito il mezzo sino alle acque territoriali italiane, dove è scattata l’operazione di polizia con l’abbordaggio e l’individuazione – per ora - di due presunti scafisti, uno turco e l’altro palestinese. Sull’imbarcazione, che esponeva una bandiera italiana verosimilmente falsa, probabilmente per cercare di eludere i controlli di polizia, si trovavano numerosi migranti, tra cui donne e bambini, alcuni dei quali, accompagnati dai familiari, sono stati trasportati con urgenza a terra da vedette veloci della Guardia di Finanza e ricoverati presso l’Ospedale di Crotone. Il natante rimorchiava un piccolo gommone che sarebbe servito agli scafisti per darsi alla fuga nei pressi delle coste italiane. Dai primi accertamenti, sembra che la barca a vela sia partita dalla Turchia circa 6 giorni fa.

Lo stesso natante, scortato dai mezzi della Guardia di Finanza, è giunto nel porto di Crotone e tutti i cittadini extracomunitari, dopo la prima assistenza a cura del dispositivo di accoglienza predisposto dalla Prefettura di Crotone, saranno accompagnati presso il Centro di Accoglienza di S. Anna della medesima località. Si tratta complessivamente di 93 persone, compresi i già citati presunti scafisti, di cui 30 uomini, 9 donne e 14 minori di nazionalità palestinese, 19 uomini, 3 donne e 7 minori di nazionalità siriana, un turco adulto più 6 uomini e due minori siriani ospedalizzati. Proseguiranno a terra gli approfondimenti di polizia giudiziaria, da parte dei finanzieri della Sezione Operativa Navale di Crotone e della Squadra Mobile della Polizia di Stato, per assicurare alla giustizia i responsabili del traffico illecito di esseri umani, che lucrano sulla disperazione di chi fugge da Paesi in guerra.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner