Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 10:21

Gli altri utenti stanno guardando:

Operazione "Pulp Fiction": torturarono 2 marocchini, arrestate 4 persone

Operazione "Pulp Fiction": torturarono 2 marocchini, arrestate 4 persone

Lecce - Nella mattinata di oggi, la Squadra Mobile del Lecce ha eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Paolo Guadadiello, di Squinzano del’78, Walter Tramacere, di Campi Salentina del’77, Alessandro Perrone, di Campi Salentina del’91 e Giovanni Tramacere, di Casella (GE) del’75, ordinanza emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, Giovanni Gallo su richiesta del P.M. Giuseppe Capoccia.

Sono contestati i reati di rapina e di estorsione aggravate ai danni di due fratelli di nazionalità marocchina, K.J. e K.R., dai quali i quattro arrestati intendevano recuperare la somma, a loro dire dovuta, di cinquemila euro. Si tratta di episodi criminosi contraddistinti da notevole ferocia, tanto da indurre il GIP, nell’ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere, a parlare di “reiterate sevizie” e di fatti “caratterizzati non solo da particolare spregiudicatezza, ma anche e soprattutto da una vera e propria escalation di violenza gratuita, al limite della tortura psichica e fisica”.

Le indagini della Squadra Mobile sono partite nella notte del 29 giugno scorso quando le due vittime si presentarono al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per curare numerose lesioni procurate da armi da taglio. K.J. riferiva di essere stato, nel corso del pomeriggio, avvicinato da Walter Tramacere, il quale gli aveva ordinato di chiamare il fratello K.R. che però non risultava rintracciabile al telefono. K.J. perciò fu portato in una masseria di proprietà dei suoceri di Guadadiello, dove è stato pestato. Il secondo pestaggio, invece, avvenne nei pressi del cimitero di Squinzano, su ordine di Guadadiello, da Tramacere e Perrone.

Le violenze commesse su K.J. allo scopo di indurlo a rintracciare il fratello sono diventate più crudeli presso l'abitazione della madre di Guadadiello che lo ha seviziato con un coltello da cucina, procurandogli numerosi tagli al braccio ed alla mano destra, cosparsi poi di sale e di alcool.

Nel corso dei successivi spostamenti Guadadiello ha fornito a K.J. una maglietta pulita per sostituire la sua ormai completamente intrisa di sangue. Nel corso della serata K.J. è stato portato da Walter Tramacere in una campagna nei pressi di Casalabate dove vi erano Guadadiello, Perrone ed il fratello K.R. esanime a terra a seguito di un violento pestaggio. Contro di lui si è accanito Tramacere, al fine di ottenere il pagamento di cinquemila euro entro il giorno successivo, a ristoro di un precedente debito, e, particolare agghiacciante viste le sevizie cui i due fratelli erano stati sottoposti, la somma di ulteriori cinquemila euro entro martedì, per risarcirlo della “domenica sprecata”.

A garanzia del pagamento del debito si è impossassato dell'Alfa Romeo 147 dei due fratelli, episodio che ha comportato la contestazione del delitto di rapina aggravata. Acquisita la denuncia dei due fratelli la Squadra Mobile ha avviato le indagini che hanno permesso di accertare la veridicità delle dichiarazioni dei due fratelli. In particolare l’analisi delle celle impegnate hanno confermato il racconto dei denuncianti ed i loro spostamenti avvenuti nel corso del pomeriggio.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner