Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 22:11

Omicidio Regoli, consulenza tecnica sulle ossa trovate nel pozzo

Omicidio Regoli, consulenza tecnica sulle ossa trovate nel pozzo

Matino - Continuano incessantemente le indagini da parte dei militari della Compagnia di Casarano per risalire agli autori dell’omicidio del giovane matinese Ivan Giorgio Regolo, il ragazzo che svanì nel nulla il 12 settembre del 2011, all’età 30 anni. Quel giorno, Regoli lasciò l'abitazione materna per dirigersi verso il centro del paese, com’era sua abitudine. Nulla faceva presagire a un allontanamento o una qualsiasi tragedia. Con sé aveva pochi euro e il suo cellulare, che da quel giorno in poi è sempre risultato spento. I familiari del ragazzo scomparso si sono sempre detti convinti che non si fosse trattato di un allontanamento volontario, anche perché quel pomeriggio Ivan sarebbe dovuto andare a trovare la ex moglie, un incontro, però, mai avvenuto.

Nei prossimi giorni sarà la consulenza tecnica presso l’istituto di Medicina Legale di Bari, a stabilire se le ossa umane ritrovate in un vecchio pozzo nelle campagne di Matino( ritrovamento avvenuto il 1 Agosto), in una località tranquilla e isolata, appartengano senza dubbio al Regoli Ivan. Un tassello che gli investigatori considerano determinante, per la ricerca di quella verità che finalmente sta trovando posto in un ricco mosaico investigativo. Le indagini infatti si stanno concentrando a partire dal terreno, luogo del ritrovamento dei resti umani, proprio per risalire ad eventuali e ulteriori autori del delitto. Terreno acquistato da pochi mesi, e che a seguito di quella scoperta avvenuta in maniera del tutto casuale, ove il proprietario del fondo dopo aver iniziato a pompare acqua nel pozzo per svuotarlo da fango e rifiuti, si era  accorto che era affiorata una rete, di quelle solitamente usate per la raccolta delle olive e tra il fogliame secco che si era posato nel tempo, ha notato parti di ossa

Le indagini sul campo affidate ai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Casarano con l’ausilio della Sezione Rilievi del Reparto Operativo proseguono minuziosamente per chiudere definitivamente il cerchio delle investigazioni e quindi risalire agli autori dell’omicidio. 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner