Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 17 ottobre 2017 - Ore 00:15

Violenze contro la madre e la nonna. Arrestati due fratelli

Violenze contro la madre e la nonna. Arrestati due fratelli

Specchia - I carabinieri della Stazione di Specchia hanno arrestato i fratelli Salvatore e Giuseppe Frisina, residenti nel comune del basso Salento. I due, lo scorso 19 settembre, erano stati sottoposti alla misura coercitiva dell’allontanamento dalla casa familiare, per aver aggredito la madre a la nonna con le quali convivevano. Dalle indagini sono emersi, infatti, sistematici maltrattamenti, anche in concorso, da parte dei giovani nei confronti delle due donne. I due fratelli con le loro angherie avevano imposto in casa il loro carattere violento mediante percosse, anche per futili motivi, ingiurie, e minacce di morte, come: "vai vai alla caserma che io ti seguo e ti giro sotto sopra con l’ape, ti uccido!". Nonostante la difficile situazione familiare ed economica i due giovani rifiutavano, inoltre, di lavorare e spesso demolivano i mobili ed i suppellettili dell’abitazione. Numerosi gli episodi di violenza ricostruiti dai militari grazie alle coraggiose denunce delle donne e all’acquisizione di numerosi certificati e referti medici; macabro ed ai limiti della fantasia lo scenario riscostruito dai Carabinieri:

Nel mese di Luglio 2013, il 23enne Salvatore, il più grande dei due, aggrediva la nonna 81enne con un bastone fino a mandarla in ospedale con ematomi ed escoriazioni alla gamba; Ad Ottobre dello stesso anno lo stesso Salvatore colpiva al volto la nonna, cagionandole lesioni giudicate guaribili in 10 giorni; A Gennaio 2014, il secondo dei due fratelli, Giuseppe, 21enne, spintonava la nonna per terra procurandole la frattura del femore; A Febbraio dello stesso anno, Giuseppe, durante un litigio con la madre, la aggrediva verbalmente e fisicamente trascinandola con violenza all’interno dell’abitazione e procurandole varie lesioni; E ancora, il 21 febbraio 2014, sempre Giuseppe, a seguito di un diverbio con la madre, l’aggrediva verbalmente e fisicamente e successivamente la trascinava nuovamente all’interno dell’abitazione, procurandole ulteriori lesioni.

Il calvario delle due povere donne sembrava essere terminato qualche giorno fa, quando i militari della Stazione dei Carabinieri di Specchia avevano notificato ai due fratelli l’allontanamento dalla casa familiare. Nei giorni a seguire, stretta è stata la vigilanza dell’abitazione da parte dei carabinieri. Lo scorso 20 settembre i militari sono stati chiamati per soccorrere ancora una volta le due donne, che avevano subito l’ennesimo atto persecutorio e violento. Immediatamente è scattata la segnalazione all’autorità giudiziaria e i due sono stati tradotti presso la casa circondariale di Lecce.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner