Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 12:49

Raccolgono finte offerte per disabili, nei guai 5 "volontari"

Raccolgono finte offerte per disabili, nei guai 5 "volontari"

Otranto - Nel corso del lungo ponte, sono stati effettuati numerosi servizi di controllo del territorio di Otranto.

Sono state identificate circa 90 persone, e controllati 78 veicoli; gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno così elevato 5 contestazioni per violazioni del codice della Strada per mancata visita di revisione del veicolo, mancanza di documenti vari e in un caso si è proceduto al sequestro di un motoveicolo in quanto privo della copertura assicurativa obbligatoria.

Inoltre l’attività di prevenzione ha consentito di emettere due avvisi orali a due soggetti della zona, uno dei quali, residente a Castro, ma di origini campane, è stato anche denunciato nei giorni scorsi per aver rilasciato false generalità alla polizia giudiziaria.

Sono stati intensificati i controlli che già una decina di giorni fa si sono concretizzati con la denuncia di cinque soggetti tra promotori e associati della ONLUS, ANSAD, avente sede in provincia di Cosenza che ha come finalità quella del sostegno e l’assistenza di soggetti affetti da discopatie multiple e disabilità, richiedendo e ricevendo anche del denaro, quale contributo a sostegno dell’associazione.

Nei giorni scorsi, sono stati sorpresi altri due volontari della stessa associazione, provenienti dalla provincia di Messina e da quella di Taranto e peraltro gravati da precedenti penali mentre richiedevano denaro all’ingresso dell’Ospedale di Scorrano. Sulla base di una denuncia già presentata da un Ospedale di Roma citato abusivamente all’interno dell’opuscolo informativo, quale partner della ONLUS sono scattati questa volta a carico dei due soggetti le perquisizioni personali nel corso delle quali è stato possibile sequestrare le tessere di riconoscimento, i blocchetti di biglietti ed i vari opuscoli illustrativi riferibili alla Onlus nonché il provento dell’attività di raccolta fondi equivalente a circa 100 euro, racimolati nelle poche ore di raccolta.

Sia i due volontari fermati all’ingresso dell’ospedale di Scorrano dagli agenti del Commissariato di Otranto che i tre componenti facenti parte del direttivo della citata associazione sono stati denunciati per associazione per delinquere finalizzata alla truffa alla Procura della Repubblica di Lecce.

Continuano gli accertamenti per verificare la presenza dei citati volontari anche in altri città della zona e per evitare il versamento a sedicenti associazioni di beneficenza di oboli da parte di ignari cittadini.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
ANGELICA - 01/12/2014

queste sono cose vergognose...... guardiamo anche l'altra faccia dell'italia... solidale con chi ha più bisogno: 



Banner
Banner
Banner