Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 15:46

Non si rassegna alla fine della relazione ed aggredisce la ex

Non si rassegna alla fine della relazione ed aggredisce la ex

Lecce - Nella tarda mattinata di ieri, una donna cinquantenne leccese ha richiesto l’intervento della polizia in via Del Delfino, dopo esser stata aggredita dal suo ex compagno. La donna aveva già presentato una richiesta di ammonimento presso la Questura di Lecce, nei confronti del suo ex fidanzato, M. M. 44enne, con il quale ha avuto una relazione durata per circa sei anni e terminata nel mese di dicembre scorso.

L'uomo non si è mai rassegnato alla fine della loro relazione e per mesi ha attuato una serie di atti persecutori nei confronti della ex-partner. Ieri mattina, arrivata nei pressi della propria auto parcheggiata in via Cataldi, mentre era in compagnia di un’amica, la donna ha visto l’ex compagno avvicinarsi per parlarle, ma al suo rifiuto, l'uomo le ha strappato con violenza la chiave dell'antifurto block shaft, in modo da impedirle di andar via. A quel punto è intervenuto anche il padre dell'aggressore, presente sul posto, il quale ha cercato di riportare la calma, riconsegnando le chiavi alla donna che, spaventata, non ha esitato ad allertare le forze dell'ordine.

Dal racconto rilasciato agli uomini in divisa è emerso che, circa un mese fa, la donna stessa si era recata presso l'abitazione dell' ex compagno per chiedere esplicitamente di essere lasciata in pace. In quella circostanza l'uomo, stando alla versione della cinquantenne, era persino salito sulla rampa del garage con una pistola in pugno ed aveva esploso un colpo in aria. A riportare la calma, anche in quella situazione, ci aveva pensato il padre dell'uomo.

Constatato dagli atti d’ufficio che M.M, è regolarmente possessore di due pistole, una marca Star calibro 9x21 ed una marca Beretta calibro 9x21 con relativo munizionamento, è stata effettuata una perquisizione domiciliare a seguito della quale le due armi sono state sequestrate. Una delle due pistole era in bella vista su di un tavolino, con colpo in canna e 5 cartucce inserite nel caricatore, mentre poco distante, nel soggiorno, su un tavolino era poggiato un pugnale di grosse dimensioni. Come se non bastasse, all’interno di un piccolo vano adibito a deposito sono state rinvenute: una sciabola di rappresentanza, una pistola lanciarazzi caricata a salve priva del tappo rosso e di marca Mondial 1900 calibro 22; poi, in una cassaforte a muro, 125 cartucce 9x21; infine, appoggiata su di uno scaffale metallico, una busta in cellophane trasparente contenente 341 bossoli tipo parabellum di vario calibro. Insomma, un vero e proprio "arsenale domestico".

Al termine degli accertamenti, l'uomo è stato denunciato in stato di libertà per detenzione abusiva di armi bianche, munizionamento e omessa custodia di armi.



Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner