Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 19 agosto 2017 - Ore 11:29

Orrore a Statte, cane legato e trascinato da un'auto

Orrore a Statte, cane legato e trascinato da un'auto

Taranto - Ennesimo episodio di violenza nei confronti dei cani randagi. Il fatto è accaduto nel pomeriggio del 15 maggio intorno alle ore 15:00 nel pieno centro cittadino di Statte (Ta) nei pressi della Bio Piazza e di Via Bainsizza. Una cagna randagia accudita e conosciuta da anni dai residenti del quartiere ha trovato rifugio all'interno del Bar Argento dove è solita sostare. Il cane, però, era dolorante e sanguinante e così le persone presenti hanno allertato la Polizia Locale che ha inoltrato la richiesta di soccorso medico all'Asl veterinaria. Dopo diverse ore il cane è stato prelevato e soccorso. Probabilmente, data la profondità delle ferite riportate, il cane è stato legato ad un auto e trascinato dal conducente. Episodi come questo si sono verificati già nei giorni scorsi nei comuni di Manfredonia e Mesagne.

"Solo grazie a circa 10 telefonate di sollecitazione per riuscire ad avere il numero del veterinario di turno - dichiara Andrea Lato, animalista del posto - si è riusciti a far arrivare il camioncino Asl, con l'operatore al seguito, che ha trasportato il povero animale presso un ambulatorio veterinario. E' una questione scandalosa che ancora nessun responsabile dell'Asl o di altre Istituzioni competenti in materia, voglia metterci impegno e dedizione, perchè tutt'oggi sembra che si debba pregare più volte al telefono come un ebreo sul muro del pianto, per ricevere un servizio totalmente scadente e disorganizzato che noi cittadini paghiamo con le nostre tasse e che porta spesso alla morte certa del povero paziente".

"L'appello che faccio a tutta la cittadinanza è di segnalare alle forze dell'ordine l'auto e soprattutto la targa della persona che ha investito o forse addirittura trascinato con una corda il povero cane che presenta profonde lacerazioni alla testa ed al corpo, dovute al contatto con l'asfalto; purtroppo il pietrisco presente ha trafitto in alcuni punti la pelle peggiorando le condizioni di salute del povero cane. Chi ha inflitto tale tortura a questa povera cagna rischia non solo la condanna per omissione di soccorso ad animali, ma anche l'aggravante della crudeltà e maltrattamento se si accerta che sia stato trascinato o investito volutamente".


Lato conclude il suo intervento con un appello: "Se la persona volesse liberarsi di un gravame ed evitare il linciaggio mediatico con l'aggiunta di una condanna penale rilevante per la quale è previsto l'immediato arresto, farebbe bene a costituirsi quanto prima anche perché le telecamere di videosorveglianza ci aiuteranno comunque a risalire all'autore del gesto infame".

La Redazione


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner