Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 09:58

Arrestato il presunto killer della sparatoria al bar Gold

Arrestato il presunto killer della sparatoria al bar Gold

Trepuzzi - Ieri sera, il Nucleo Investigativo Carabinieri di Lecce, che ha coordinato una task force composta anche dall’Aliquota Operativa della Compagnia di Campi Salentina e dalla Stazione Carabinieri di Trepuzzi e che ha svolto le indagini in ordine all’omicidio aggravato avvenuto nel Bar Gold di Trepuzzi, hanno arrestato Fabio Antonio Perrone, 41enne domiciliato a Trepuzzi, già noto alle forze dell'ordine.

L’uomo alle ore 02:20 circa della scorsa notte all’interno del bar, avrebbe provocato, con esplosione di diversi colpi di pistola, la morte di Fatmir Makovic, quarantacinque anni, anch’egli già noto, originario del Montenegro e domiciliato nel campo nomadi Panareo di Lecce. Nella circostanza è stato raggiunto dai proiettili anche il figlio del 45enne, un ragazzo di sedici anni tuttora ricoverato in ospedale in condizioni gravissime.

Gli agenti hanno sorpreso l'uomo presso un’abitazione estiva di proprietà di suoi parenti, con addosso tracce ematiche. Nel corso della perquisizione domiciliare è stata sequestrata una pistola semiautomatica calibro 9, marca Crvna Zastava con matricola abrasa, compatibile con quella impiegata per consumare il delitto.

Altri indizi sono emersi dalle dichiarazioni rese dalle persone informate sui fatti, ossia dagli avventori presenti nel locale. All’arrestato, già condannato per associazione mafiosa e destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere poi annullata, e che risulta affiliato alla sacra corona unita operante nel nord della provincia di Lecce, viene contestata l’aggravante delle modalità mafiose. Il delitto sarebbe maturato a seguito di diverbi per futili motivi che risalirebbero ad una precedente lite tra Perrone ed un gruppo di cittadini del campo nomadi di cui facevano parte le vittime. Al termine delle formalità di rito l'uomo è stato accompagnato in carcere e messo a disposizione del Pubblico Ministero Francesca Miglietta, che si esprimerà sulla richiesta di convalida del giudice per le indagini preliminari.

Le indagini sono tuttora in corso.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner