Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 15:23

Staffetta per il trasporto di animali, sequestrati 19 cani

Staffetta per il trasporto di animali, sequestrati 19 cani

Lecce - Fermato a Lecce, nei pressi dell’Ipercoop, un furgone che trasportava irregolarmente 19 cani: era diretto al Nord Italia. Nel tardo pomeriggio di venerdì, la Guardia Forestale, con l’ausilio delle guardie ecozoofile dell'Assessorato alle Politiche Ambientali di Andrea Guido, A.N.T.A. Lecce, dopo una segnalazione della A.E.O.P. Nardò, ha intercettato e fermato, nei pressi dell’ipermercato di Surbo, un mezzo che trasportava animali. Il furgone, non dotato dei criteri necessari al trasporto dei cani, era stato affittato e si dirigeva in una località del Settentrione. Dentro, 19 cani tra cui alcuni cuccioli, tutti meticci, con microchip e certificati sanitari. A.N.T.A., A.E.O.P., Forestale ed ASL hanno rilevato che il mezzo non era a norma, assolutamente non idoneo per trasporti di questo tipo e quindi non dotato dei dispositivi necessari al trasporto di cani. Probabili sanzioni in vista per coloro che hanno lasciato che i propri cani venissero trasportati in tali condizioni e sanzioni per il conducente del mezzo. Mentre indagini più approfondite circa la destinazione degli animali sono già state prese in carico dalla Forestale.

Si definiscono staffette questi trasporti di cani e gatti da una parte all’altra dell’Italia, soprattutto da sud verso nord. Sono nate per aiutare chi non poteva andare a prendere gli animali direttamente presso la città di provenienza e oggi si sono trasformate nell’alibi per spostare lungo la penisola e all’estero centinaia di cani e gatti in condizioni terribili. Le staffette, quindi, originariamente sono iniziative di gruppi di volontari intenzionati a garantire una sistemazione migliore ai randagi del sud Italia e poi hanno finito per giustificare oggi la circolazione privata e incontrollata di un numero impressionante di animali.

“Movimentazioni di cuccioli ed esemplari adulti di cani e gatti – ha commentato l’assessore leccese alle Politiche Pmbientali, Andrea Guido - che hanno assunto proporzioni sregolate e che da un po’ di tempo ci preoccupano. I mezzi utilizzati, non omologati, spesso sono stracolmi di animali, persino cento alla volta, intontiti dai sedativi o del tutto addormentati, ceduti, scambiati lungo la via con altri staffettisti (di qui il termine). Questa non è la prima spedizione che intercettiamo grazie al lavoro assiduo delle associazioni convenzionate con il mio assessorato – ha concluso l’Assessore Guido - ne’ penso sarà l’ultima, purtroppo. Un plauso doveroso ai volontari di ANTA Lecce e di AEOP di Nardò: un grande lavoro di squadra svolto da persone che non si risparmiano. D'altra parte, la candidatura di Lecce a capitale della cultura 2019 passa anche attraverso l'amore per i nostri amici a quattro zampe”.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner