Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 02:06

Estorceva con violenza denaro ai genitori. Arrestato 40enne

Estorceva con violenza denaro ai genitori. Arrestato 40enne

Veglie - Nella giornata di ieri, è stato tratto in arresto Cosimo Muci di Veglie. L'uomo è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Lecce. L'uomo, per oltre due anni, ha tormentato la vita dei suoi genitori anziani, oltre che di altri componenti della cerchia familiare. “Estorsione” e “maltrattamenti in famiglia”, sono i titoli di reato, continuato, per i quali l’uomo è stato arrestato, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. di Lecce dottor Brancato su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica Roberta Licci.

Oggetto del procedimento penale, appunto, anni di vessazioni, aggressioni verbali e fisiche, violenza psicologica vissute in casa Muci. Padre e madre (entrambi sulla Sessantina), stando alla denuncia che hanno sporto presso i Carabinieri, erano alle prese con continue, giornaliere pretese di denaro imposte loro dal figlio, richieste che si aggiravano tra i 40 e 60 euro.

Muci, 40enne, conosciuto anche come "Rambo", ha un passato turbolento fatto di delitti contro la persona e la Pubblica Amministrazione. Più di una volta l’ira dell'uomo si sarebbe scatenata contro la donna, persino con mazze e coltelli; lei aveva però sempre scelto di non farsi soccorrere dai sanitari per timore di rappresaglie da parte del figlio. Talvolta volavano anche suppellettili, oppure gli stessi mobili di casa diventavano bersaglio di corpi contundenti.

E il tutto, infine, in alcune occasioni si era svolto anche in presenza di nipotini minorenni.
Pur di scongiurare più gravi conseguenze, gli anziani avrebbero contratto debiti con altri loro familiari, rimborsati poi tramite un prestito bancario.
E infine avevano cercato riparo a casa di una loro figlia, a sua volta sposata.
Ma anche lì Cosimo si era presentato negli ultimi giorni di gennaio, a quanto pare armato di coltello.
In quella occasione solo la mediazione del cognato e la consegna di 40 € avrebbe scongiurato il peggio.
Tutto questo ha comportato un danno economico di circa 10.000 €.
Così, dopo l'ultimo episodio, padre e madre esasperati, si sono rivolti ai Carabinieri di Veglie, denunciando formalmente abusi e vessazioni.
Ne è scaturito il provvedimento cautelare eseguito stamane, non senza tensione.
L'uomo, una volta raggiunto dai militari e capita la situazione, ha ulteriormente minacciato di morte e insultato pesantemente la madre, tanto da costringere proprio gli investigatori a bloccarlo con la forza.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner