Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 21:39

Gli altri utenti stanno guardando:

Assalti ai portavalori con i kalashnikov anche nel Salento, 3 fermi

Assalti ai portavalori con i kalashnikov anche nel Salento, 3 fermi

Salento - Alle prime ore della mattinata odierna, in provincia di Bari, il Servizio Centrale Operativo e le Squadre Mobili di Lecce, Bari e Foggia hanno concluso una prima fase di una complessa operazione di polizia che ha consentito di disarticolare un pericoloso sodalizio criminale, riconducibile a pregiudicati baresi, dedito alla commissione di assalti a furgoni portavalori, realizzati con l’utilizzo di armi “ad alto volume di fuoco”, attivo in diverse province. 

In particolare, sono stati eseguiti 3 fermi di indiziato di delitto nei confronti di Angelo FALCO, del’62, Michele FALCO, del’82 e Pierpaolo PEREZ, del’69, tutti baresi, emessi dalla Procura della Repubblica di Foggia, ritenuti i componenti, insieme ad altre persone ancora da identificare, appartenenti al commando che, il 6 dicembre scorso, nei pressi del casello autostradale di Cerignola (FG), aveva rapinato il furgone portavalori dell’istituto “NP Service” di Foggia.

L’assalto, che aveva fruttato un bottino di due milioni di euro, era stato realizzato da un gruppo di almeno 10 persone, dotate di kalashnikov che, bloccata l’autostrada con dei TIR dati alle fiamme, avevano esploso numerosi colpi d’arma da fuoco all’indirizzo delle guardie particolari giurate, “squarciando” il furgone mediante una lancia termica. Si erano, successivamente, dati alla fuga incendiando altre autovetture e percorrendo l’autostrada contromano.

Le serrate indagini venivano affidate agli investigatori delle province interessate, coordinati dalle Procure della Repubblica di Foggia, Bari e Lecce. La Squadra Mobile di Lecce ha seguito la fase delle indagini preliminari dopo la tentata rapina avvenuta nella provincia salentina il 2 gennaio dello scorso anno. Le indagini, complesse e sofisticate che hanno richiesto l’uso di innovativi strumenti investigativi, sono state orientate verso un’organizzazione criminale composta da soggetti pregiudicati di origine foggiana e barese, sospettati di essere gli autori di altri assalti ai danni di furgoni portavalori, commessi con analoghe modalità, nelle province di Bari, Lecce, Foggia e Matera.

Contestualmente alle fasi esecutive dei provvedimenti restrittivi, con il supporto di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e del Reparto Volo di Bari e delle Unità cinofile della Polizia di Stato, sono state eseguite anche 15 perquisizioni a carico di altri soggetti emersi dalle indagini, ritenuti appartenenti alla medesima consorteria malavitosa.

L’operazione si inquadra in un più vasto dispositivo di contrasto alle forme più gravi della criminalità predatoria, realizzato nelle predette province pugliesi, sviluppato da appositi gruppi di lavoro composti da investigatori del Servizio Centrale Operativo e delle squadre Mobili della Puglia.

I dettagli dell’operazione saranno comunicati nel corso di una conferenza stampa che si terrà, alle ore 11.30 del 24.1.2014, presso la Procura della Repubblica di Foggia, alla presenza del Procuratore della Repubblica Dr DE CASTRIS e degli investigatori.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner