Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 21 agosto 2017 - Ore 12:27

Non rispetta gli accordi, aggredito da 5 connazionali

Non rispetta gli accordi, aggredito da 5 connazionali

Nardò - Nelle prime ore della mattina di ieri, su segnalazione di una donna, la volante del Commissariato di Nardò è intervenuta in un appartamento sito nel centro cittadino del paese, all'interno del quale erano entrati alcuni cittadini tunisini, i quali, una volta dentro, hanno aggredito il convivente della donna, un cittadino tunisino, e con l’uso della forza lo hanno portato fuori dall’abitazione.

Sulla scorta delle scarse indicazioni fornite, gli agenti sono riusciti a rintracciare l’aggredito presso l’abitazione di un altro cittadino tunisino, ubicata a poca distanza. All’arrivo dei poliziotti l’uomo si trovava ancora circondato da cinque connazionali che lo stavano minacciando. L’intervento tempestivo della volante è risultato quanto mai provvidenziale ed ha sicuramente evitato il verificarsi di ulteriori e più gravi conseguenze. Tutti i soggetti individuati sono stati condotti presso il Commissariato di Nardò dove è stata ricostruita la dinamica dei fatti.

L’aggredito aveva acquistato in Germania, insieme ad uno dei tunisini accompagnati in Commissariato, una Mercedes Classe C. Per ragioni in corso di accertamento, l’auto in questione da qualche giorno si trovava a Nardò nella piena disponibilità del denunciante, mentre l’aggressore rivendicava il mancato rispetto degli accordi precedentemente presi. L’auto acquistata con il denaro di entrambi doveva essere trasferita in Tunisia dove vi era già un potenziale acquirente. A questo punto l’aggressore, residente a Trieste, coinvolgendo altri quattro connazionali tutti tra i 30 e i 40 anni, ha organizzato una spedizione punitiva per rivendicare le proprie ragioni e dar seguito agli accordi presi.

Per i fatti accaduti la vittima, che ha riportato lesioni giudicate guaribili in quattro giorni, ha sporto formale denuncia nei confronti di cinque connazionali, i quali sono stati tutti identificati e sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria in concorso tra loro per i reati di violenza privata, violazione di domicilio, minacce e percosse.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner