Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 04:32

Aggredì il pittore Tapparini e minaccio la sua ex. Arrestato stalker

Aggredì il pittore Tapparini e minaccio la sua ex. Arrestato stalker

Cavallino - Non si rassegnava alla fine della sua breve relazione con una donna, e per questo, nel tentativo di convincerla a tornare con lui, aggredisce e ferisce lei e la persona presso la quale la donna lavorava.
E’ accaduto a Cavallino, in una serie di episodi ripetuti nel tempo, che oggi hanno avuto fine grazie all’attività dei Carabinieri della locale Stazione e dell’intervento della Procura di Lecce.

Il 28 ottobre, verso le 23, Raffaele Porrino, pregiudicato senza fissa dimora di Lecce, si è recato presso l’abitazione di un noto artista di Cavallino, Ugo Tapparini, dove sapeva di trovare la donna con la quale voleva a tutti i costi riallacciare una precedente relazione; giunto sul posto però, avuto nuovamente il diniego da parte della donna a riprendere la relazione interrotta, Porrino iniziava a percuoterla con violenza, puntandole allo stomaco un coltello che aveva al seguito.

Sentite le urla, il padrone di casa ottantenne interveniva cercando di difendere la donna, ma per tutta risposta veniva violentemente spintonato a terra e colpito con un calcio dall'uomo, subendo in questa circostanza una grave frattura che lo ha costretto al ricovero in ospedale.
Compiuta l’aggressione, Porrino si dileguava velocemente a piedi, non senza prima asportare il telefono cellulare della donna, senza accorgersi però che nel medesimo frangente aveva perso il suo presso l’abitazione dell’artista.

La donna, prima di essere accompagnata in ospedale per le cure unitamente al padrone di casa, chiedeva l’intervento dei Carabinieri di Cavallino, che dopo aver sequestrato il telefono del Porrino, si mettevano subito alla ricerca dello stesso per tutta la notte, coadiuvati anche dalle pattuglie dell’Aliquota Radiomobile di Lecce, ricerche che però risultavano vane dato che il PORRINO non ha fissa dimora, e dall’ultimo indirizzo censito risultava essere stato sfrattato; per tali motivi il primo intervento dei Carabinieri terminava con la denuncia a piede libero del PORRINO presso la Procura di Lecce.

Non contento, il PORRINO, oltre a ritentare l’approccio con la donna anche il giorno 4 novembre, dopo averla vista passeggiare nella città di Lecce sempre in compagnia dell’artista ottantenne di Cavallino, proferiva minacce nei confronti di tutti e due per indurli a modificare la versione dei fatti avvenuti il 28 ottobre ed inseriti nella denuncia; in questo caso però la donna richiedeva immediatamente l’intervento dei Carabinieri, permettendo ai militari di rintracciare poco dopo il PORRINO, mentre in bicicletta transitava per il Rione Castromediano.

Nel corso degli accertamenti, il Porrino veniva trovato in possesso di un coltello multifunzione e pertanto denunciato a piede libero sia per aver compiuto ulteriori atti persecutori, nonché per porto abusivo di armi e minacce. L’attività portata avanti dai Carabinieri è stata quindi condensata in un’ulteriore informativa di reato, che celermente fatta propria dal Pubblico Ministero Dott. Massimiliano CARDUCCI, è stata inserita dal GIP di Lecce, Dott.ssa Antonia Martalò’, in un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell'uomo, eseguita sempre dai Carabinieri della Stazione di Cavallino nella mattinata odierna; nell’ordinanza, al reo vengono contestati gli atti persecutori, la violenza privata, la minaccia aggravata con l’uso delle armi, le lesioni ed il furto del telefono cellulare.

Inoltre, durante le operazioni di arresto del Porrino, sulla sua persona venivano altresì rinvenuti un coltello multifunzione ed una modica quantità di marijuana, per cui veniva ulteriormente denunciato alla Procura di Lecce per porto abusivo di armi e segnalato alla Prefettura per possesso di sostanza stupefacente ad uso personale. Quindi, al termine delle operazioni di arresto e fotosegnalamento, il Porrino è stato associato presso la Casa Circondariale di Lecce


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner