Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 12:56

Rapinatore beccato nei campi prima inventa una scusa, poi confessa

Rapinatore beccato nei campi prima inventa una scusa, poi confessa

Veglie - Alle ore 19.30 di ieri, tre individui, travisati da passamontagna, hanno messo a segno una rapina ai danni del supermercato "Di Meglio" di Veglie. Uno è rimasto a bordo di una Fiat Uno rossa, gli altri due sono entrati nell'esercizio e, minacciando i presenti con un fucile a canne mozze, hanno sradicato il cassetto del registratore di cassa contenente 1.500 euro circa. I presenti hanno chiamato subito i carabinieri indicando il modello e il colore dell'auto usata per la fuga. Un quarto d'ora dopo, circa, all'altezza del distributore di benzina "Conversano" situato tra Veglie e Carmiano, una pattuglia della Stazione di quest’ultimo comune, ha visto transitare la macchina a folle velocità e si è posta al suo inseguimento. Poche centinaia di metri dopo la Uno è stata abbandonata nei pressi di un terreno agricolo: dall'auto sono scesi tre soggetti, e tutti e tre si sono spostati in una direzione diversa. Ne è nata una immediata battuta che ha coinvolto tutte le pattuglie in circuito. Una seconda pattuglia della Stazione di Carmiano ha individuato, dieci minuti dopo l'abbandono dell'auto, distante meno di un chilometro dal luogo, Manuel Salvatore Quarta, residente a Monteroni, celibe, disoccupato, incensurato, mentre correva tra i campi.

Non riuscendo a spiegare la sua presenza, l'uomo ha raccontato di aver avuto un incontro al buio organizzato da alcune amiche comuni con una ragazzina sconosciuta di Carmiano nelle campagne del paese. La sua versione però non ha convinto gli inquirenti che lo hanno portato presso la Stazione di Carmiano. Qui sono iniziati una serie di accertamenti rivolti a raccogliere elementi di reità a carico del fermato. Dopo qualche ora, Quarta ha deciso di confessare la sua colpevolazza. Così il Pm di turno, ha raggiunto la caserma di Carmiano ed ha presieduto all'interrogatorio di Quarta, che ha raccontato i particolari della rapina, fornendo anche utili elementi alla identificazione dei suoi complici. L'arrestato, al termine dell'interrogatorio, è stato condotto presso la casa circondariale di Lecce. Le indagini sono in corso e sono rivolte a riscontrare quanto affermato dal rapinatore. La Fiat Uno rossa utilizzata dai rapinatori, sotto sequestro ed al momento al vaglio degli esperti di investigazioni scientifiche del Reparto Operativo di Lecce, era stata rubata a San Pietro in Lama lo scorso 19 ottobre.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner