Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 21 novembre 2017 - Ore 02:06

Viola l'obbligo di dimora, arrestato dopo un lungo inseguimento

Viola l'obbligo di dimora, arrestato dopo un lungo inseguimento

Lecce - Alle prime ore della scorsa notte, una pattuglia della sezione Volanti, in transito in via Carmiano all’angolo con via Massaglia, ha notato un'auto A.R. 159 di colore nero, con alla guida Nicola Luigi Russano, 22enne leccese, pluripregiudicato.

L’uomo, alla vista della volante ha accelerato con il chiaro fine di eludere il controllo di polizia e si è diretto verso Via Marcianò.

Così i poliziotti hanno chiamato i rinforzi e l'inseguimento è proseguito in via Salemi, via Massaglia, via Monteroni fino al rondò dell’Ecotekne, dove quest’ultimo ha fatto inversione velocemente procedendo lungo la tangenziale Ovest in direzione Brindisi, proseguendo ad altissima velocità.

L’inseguimento si è protratto fino alla Zona P.I.P. di Surbo ed in via Martiri delle Foibe, Via Giorgio la Pira e successivamente via F. Vallese, Via Alfano, Via Leon e ,in prossimità del negozio Decathlon.

Durante l’inseguimento delle Volanti, sono stati esplosi due colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio.

L’inseguimento è durato circa 20 minuti e sono stati percorsi quasi 15 km tra strade urbane ed extraurbane con i dispositivi di emergenza sempre in funzione.

Nel frattempo, il personale della sala operativa, ha accertato che l’autovettura in questione risultava intestata a Russano il quale era sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora dal giorno 18 ottobre 2013, con divieto di allontanarsi dalle ore 20:00 alle ore 06:00 di ogni giorno.

Considerata la situazione, si procedeva al controllo dell’abitazione.

Agli operatori l’uomo avrebbe detto di non aver violato le prescrizioni a lui imposte e che alla guida del veicolo a lui intestato ed inseguito dai poliziotti si trovava probabilmente il padre, cui aveva prestato il veicolo dal giorno prima.

Il veicolo, tuttavia, è stato trovato in via Falcone, nei pressi dell’abitazione controllata, e con il motore ancora caldo.

Durante la perquisizione domiciliare sono stati trovati un residuo minimo di sostanza stupefacente del tipo eroina, che l’indagato sosteneva di aver utilizzato lui stesso, un coltello a scatto, un coltello con lama seghettata con sicura, un manganello telescopico in acciaio, un paio di manette in acciaio funzionanti, due scansiometri di frequenze radio comunemente chiamati “scanner”, utili per intercettare le comunicazioni delle forze dell'ordine ed anche un binocolo ad alta visibilità.

Il binocolo poteva essere utilizzato per vedere in maniera ravvicinata, da una finestra della sala da pranzo, le celle dell’istituto penitenziario di Borgo San Nicola, situato nelle vicinanze dell’appartamento; non si esclude, pertanto, che russano potesse utilizzare il binocolo per leggere eventuali messaggi o segni fatti dalla casa circondariale.

Dato che russano ha poi confermato di avere assunto eroina prima di uscire e quindi di essersi messo alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, con il suo consenso, si è proceduto all’accertamento dell’assunzione di droga presso l’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, con esito positivo per cocaina, oppiacei e metadone.

Alla luce di quanto emerso all’arrestato è stata ritirata la patente, contestate le numerose violazioni al codice della strada, applicata segnalazione per uso di stupefacenti, contestata la guida sotto l’effetto di droga e contestato il reato di evasione dagli obblighi, resistenza a P.U. continuata ed aggravata e condotto, infine presso la casa circondariale di Lecce borgo san Nicola.


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner