Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 21 ottobre 2017 - Ore 10:28

Commissioni tributarie, oltre 32mila i ricorsi pendenti in Puglia

Commissioni tributarie, oltre 32mila i ricorsi pendenti in Puglia

Lecce - Oltre 32mila i ricorsi ancora pendenti nelle commissioni tributarie provinciali della Puglia. Più di 10mila le controversie in attesa di sentenza in commissione regionale. Il contenzioso tributario, in Puglia, registra numeri da capogiro. Ma, per fortuna, i nuovi ricorrenti sono sempre di meno. Altrimenti la macchina giudiziaria rischierebbe di ingolfarsi ancora di più. E’ quanto emerge dalla prima indagine sul contenzioso tributario, condotta dal Centro Studi di Confartigianato Imprese Puglia. In particolare, nella commissione provinciale di Bari risultano pendenti 6.284 ricorsi, in quella di Brindisi 2.222, in quella di Foggia 8.961, in quella di Lecce 7.598 e in quella di Taranto 6.946. Per un totale di 32.011 istanze.


Più altre 10.009 in commissione regionale. Guardando all’ente impositore, ben 19.587 contestazioni (pari al 61,2 per cento) riguardano l’Agenzia delle entrate, 1.328 (pari al 4,1 per cento) quelle avviate contro l’Agenzia del territorio, 244 (0,8 per cento) contro l’Agenzia delle dogane e monopoli, 3.131 (9,8 per cento) contro Equitalia, 5.354 (16,7) contro enti locali e 2.367 (7,4 per cento) contro altri enti. Nel corso del 2012, nelle commissioni provinciali della Puglia, sono stati definiti 16.111 ricorsi. Nel 47,2 per cento dei casi (7.610 sentenze), l’esito è stato favorevole all’ufficio. Le istanze dei contribuenti, invece, sono state accolte nel 27,1 per cento dei casi (4.372 controversie). Un giudizio intermedio è stato emesso per 1.468 ricorsi (pari al 9,1 per cento). Irrilevanti le conciliazioni (0,4 per cento), mentre gli «altri esiti», come il condono, sono stati pronunciati 2.594 volte (16,1 per cento).


Ad ogni modo, negli ultimi anni, si registra un modesto recupero per poter smaltire tutto l’arretrato. Nel quadriennio 2009-2012, nella commissione di Bari, sono stati definiti più ricorsi (23.365) di quanti ne siano stati speditiper posta o presentati personalmente allo sportello (23.304). Lo stesso vale per Lecce (che registra 3.801 pratiche in meno) e Taranto (7.812). Ciò vuol dire che tali commissioni sono riuscite a portarsi avanti con il lavoro, nonostante un organico sempre più esiguo. A Brindisi e a Foggia, invece, sono aumentate le giacenze, rispettivamente di 1.072 e 2.849 ricorsi.


In media, ci vogliono più di 830 giorni per definire un ricorso. A Bari ce ne vogliono 478, a Brindisi 584, a Foggia 730, a Lecce 1.003 e a Taranto 1.370. In quest’ultimo caso, occorrono quasi quattro anni. Un ricorso, infatti, può essere discusso in una o più udienze. «Quello dei tempi della giustizia - spiega Francesco Sgherza, presidente di Confartigianato Imprese Puglia - è un problema grave per icittadini, ma lo è ancor di più per le imprese, specie se di piccole dimensioni. Queste ultime, infatti, più di tutte pagano il peso dell’incertezza giuridica, soprattutto in questo momento di forte crisi economica. I dati elaborati dal nostro Centro Studi - aggiunge Sgherza - dimostrano come ciò si verifichi anche nell’ambito tributario che per sua natura genera un’ enorme mole dicontenzioso, stante la complessità e la numerosità delle tasse e dei tributi che gravano sui contribuenti italiani. Occorre - sottolinea il presidente - che gli uffici giudiziari vengano dotati di risorse umane e mezzi adeguati ma, soprattutto, è necessario deflazionare il contenzioso attraverso prassi legislative che producano norme il più possibile lineari, comprensibili, a portata di cittadino e di impresa. Anche in quest’ambito - conclude Sgherza - è arrivato il momento delle semplificazioni».


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner