Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 20:21

Il disperato appello dei gemelli Quarta: "Staccate la spina e fateci morire"

Il disperato appello dei gemelli Quarta: "Staccate la spina e fateci morire"

Lizzanello - "Staccate la spina e fateci morire". L'accorato appello, arriva dal computer dei gemelli, Marco e Sergio Quarta, affetti da quando avevano 10 anni dalla distrofia di duchenne, che li costringe da ben 24 anni a vivere attaccati ai respiratori, nella loro casa di Merine.

Sergio e Marco non si arrendono, e vogliono provare altre terapie sperimentali, anche attraverso l'uso di cellule staminali. Così i genitori dei due 34enni, hanno scritto una lettera indirizzata al presidente della Repubblica, ai presidenti di Camera e Senato ed ai ministri della Sanità e della Giustizia, per sbloccare la loro situazione. Marco e Sergio, inoltre, chiedono da mesi che gli venga assegnato, ciò che in realtà è un loro diritto, l'assegno personalizzato, erogato dalla Regione Puglia. I due fratelli, sono al terzo ed al quarto posto di questa graduatoria, ma a causa di alcuni ricorsi, è stato bloccato tutto.

Inoltre ai due fratelli Quarta, spetterebbe anche la somma, che avrebbe dovuto erogare sempre la Regione Puglia, di 296.000 euro, (96.000 euro nel 2004 e 200.000 euro nel 2006). A riguardo, il padre dei due giovani, Antonio Quarta, ha sporto denuncia alla Guardia di finanza ed alla magistratura. Si tratta infatti di cifre che servirebbero alla famiglia per curare al meglio Marco e Sergio, sperientando anche nuove e costose cure.

Nella disperata lettera, inviata al Presidente Napolitano, Antonio ha scritto: "I miei figli hanno chiesto di essere staccati dai respiratori e siamo riusciti a far cambiare loro idea. Diverse volte ho pensato di farmi giustizia da solo. Ma poi ho pensato a Marco e a Sergio e ho lasciato stare. Mi rivolgo a tutti voi implorandovi in ginocchio di ascoltarmi e di darmi giustizia". 

L'assessore alla Sanità della Regione Puglia Elena Gentile, ha dichiarato: "Faremo piena luce sulle questioni poste dal papà dei gemelli di Merine di Lizzanello affetti da distrofia di Duchenne, già domani telefonerò al Comune per avere informazioni".

I sindaco di Lizzanello, Costantino Giovannico ha dichiarato: "Marco e Sergio vengono assistiti tramite Asl 24 ore su 24. È un caso che conosciamo bene e che seguiamo costantemente. Ci sono anche privati che si sono prestati per cose che tornano utili ai due gemelli, la famiglia non è sola".

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner