Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 09:20

Prima la fuga per le strade del paese, poi l'arresto per furto di legna

Prima la fuga per le strade del paese, poi l'arresto per furto di legna

Monteroni Di Lecce - Durante la notte di Ferragosto, i militari della Stazione Carabinieri di Monteroni hanno tratto in arresto Antonio Vadacca, 41enne, di Monteroni di Lecce, sorpreso in flagranza nell’atto di rubare circa 15 quintali di legna da un fondo privato in località Masseria Nuova. I militari stavano perlustrando la zona nel corso di un servizio teso alla prevenzione di furti e rapine in aree rurali quando, d’un tratto, hanno notato nella penombra un uomo a torso nudo intento a trasportare legna su di una carriola. Non esattamente convinti che stesse lavorando, hanno deciso di approfondire il controllo. Non appena presa la sua direzione, l’uomo con scatto fulmineo è salito a bordo del proprio furgone Renault Master B90 Turbo e si è dato alla fuga.

Ne è sorto uno spericolato inseguimento, proseguito sino al centro abitato di San Pietro in Lama per poi terminare, dopo ben 20 minuti, a Monteroni, sotto l’abitazione dell’arrestato. Sirene spiegate e lampeggianti dell’autoradio non hanno fatto desistere l’uomo che ha messo in serio pericolo l’incolumità di numerosi passanti, tanto da pentirsene una volta che gli sono state strette le manette ai polsi. La perquisizione del mezzo ha permesso di rinvenire numerosi attrezzi da lavoro tra cui cesoie, due seghe a scoppio, taniche con il combustibile ed altri utensili vari. All’interno del furgone, il maltolto: ben 15 quintali di legna di ulivo, già tagliata. L’ispezione del fondo, avvenuta successivamente, permetteva di rinvenire una catasta di legna di almeno 6 metri di diametro e 2 metri di altezza, dalla quale il VADACCA aveva deciso di rifornirsi per il suo bisogno personale. Conclusi gli accertamenti di rito, è stato dichiarato in arresto e ristretto ai domiciliari, su disposizione del Magistrato di turno, Elsa Valeria Mignone.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner