Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 13:31

Resistenza a pubblico ufficiale e stalking. Arrestati due giovani

Resistenza a pubblico ufficiale e stalking. Arrestati due giovani

Squinzano -

Tra il pomeriggio e la sera di ieri, i Carabinieri di Squinzano hanno proceduto ad altri due arresti, oltre ai tre eseguiti il giorno prima. I militari hanno proceduto all'arresto in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale, tentata evasione e lesioni personali, di Roberto Napoletano, nato 27enne di San Pietro Vernotico, ma residente a Squinzano, coniugato, pastore di professione e pluripregiudicato, attualmente ai domiciliari. Avendo il fondato sospetto che nella masseria dove è domiciliato potesse nascondere delle armi, i militari della Stazione di Squinzano, aiutati dai Cinofili di Modugno, si sono presentati di buon ora a casa di Napoletano per effettuare una perquisizione. Alla vista del numero consistente di militari presenti, nettamente superiori ai soliti due impegnati nei controlli agli arrestati domiciliari, Napoletano ha scaraventato a terra con uno spintone uno di essi, guadagnando la fuga nelle compagne circostanti. Un altro militare lo ha però raggiunto ed immobilizzato. Il collega, feritosi nella caduta, ha riportato lesioni guaribili in 7 giorni. Al termine della perquisizione di parte della masseria, Roberto Napoletano è stato dichiarato in stato di arresto ed accompagnato presso la casa circondariale di Lecce su disposizione del P.M. di turno Gagliotta.

In serata gli stessi militari hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Lecce, nei confronti di Fedele Marco, 29enne anch'egli di San Pietro Vernotico, commerciante ambulante, già noto per il reato di Stalking. Fedele infatti, già destinatario del provvedimento cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicazione con la vittima del reato, la sua ex compagna, ha, in più di una circostanza, violato gli obblighi imposti, cercando spesso di entrare in contatto con lei. Per tale motivo, il giudice del dibattimento, informato dalla polizia giudiziaria, ha disposto l'aggravamento della misura cautelare.

 

La Redazione


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner