Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 14:49

Sequestrata piattaforma in ferro e legno. Nei guai il gestore del lido

Sequestrata piattaforma in ferro e legno. Nei guai il gestore del lido

Porto Cesareo - I militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Campi Salentina hanno proceduto al sequestro preventivo d’iniziativa, in zona Punta Prosciutto di Porto Cesareo – in un tratto di costa tra i più suggestivi e incontaminati dell’intero Salento – di una piattaforma in ferro e legno di circa 70 metri quadri, ancora in via di ultimazione, installata su area demaniale, realizzata da Q.G., in difformità da quanto autorizzato nel permesso a costruire rilasciato dall’ufficio tecnico del Comune di Porto Cesareo.

La struttura, che doveva ospitare ombrelloni e sdraio, è stata traslata di 4 metri e mezzo circa rispetto a quanto autorizzato, tanto da insistere per due terzi direttamente sulla scogliera a ridosso del mare. Presenta una ringhiera molto vistosa in ghisa, non solo non prevista nella relativa autorizzazione paesaggistica, ma addirittura vietata dalle prescrizioni presenti nel permesso a costruire. Prescrizioni violate anche in altri due punti: dovevano essere utilizzate vernici ecologiche, e invece sembrano usate vernici comuni, che in molti punti non proteggono dalla ruggine che è già sgocciolata sugli scogli macchiandoli vistosamente di marroncino; la collocazione della struttura doveva preservare la vegetazione presente che invece appare compromessa dalla allocazione della stessa sugli scogli. Infine, la struttura appare inagibile in quanto poggiante su basi precarie e sconnesse. I reati ipotizzati sono: abuso edeilizio, occupazione di suolo demaniale e deturpamento di bellezze naturali.

Nei giorni scorsi il Tribunale del Riesame, concordando con le risultanze investigative dell’indagine condotta dal Sostituto Procuratore dott. Antonio Negro e dai Carabinieri dell’Aliquota della Compagnia di Campi Salentina, ha rigettato l’istanza di dissequestro presentata dal legale del titolare dello stabilimento balneare GOA.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner