Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 18:58

Tenta di rubare in un bar forando la parete di un ristorante. Arrestato

Tenta di rubare in un bar forando la parete di un ristorante. Arrestato

Lecce - Intorno alle ore 04:10 del mattino, il personale dell’Ufficio Volanti si è recato a Frigole presso il Ristorante “DA RONZINO” dove era stato segnalato, dal proprietario del locale, un furto in atto. L’uomo, infatti, dalla propria abitazione, situata proprio di fronte al locale, aveva notato due ragazzi che stavano armeggiando sul terrazzino del deposito del locale

Giunti sul posto, gli operatori, a pochi passi dal predetto ristorante, vedevano saltare dal terrazzino del locale due individui che si davano a  precipitosa fuga nella retrostante campagna e si ponevano al loro inseguimento. I fuggitivi, grazie all’oscurità e alla folta vegetazione, riuscivano a far perdere le proprie tracce dopo una cinquantina di metri percorsi in un terreno incolto. In questa circostanza, dall’altra parte del fondo, nella stradina parallela a via Litoranea, a circa 80 metri dal retro del ristorante si rinveniva una vettura SEAT “Altea con il motore ancora  caldo e le chiavi inserite, che risultava essere stata rubata a Castrignano dei Greci l’ 11/03/2013.

Il fondo dove i due malviventi erano scappati e dove si erano presumibilmente nascosti veniva perlustrato accuratamente.

Poco dopo,alle prime luci dell’alba, gli agenti, ad una trentina di metri dal luogo del reato, seguendo delle tracce tra l’erba calpestata,  individuavano  per terra un guanto e una ricetrasmittente (quest’ultima identica ad un’altra rinvenuta nei pressi del ristorante) quindi, con circospezione e massima attenzione, gli agenti si addentravano  laddove la vegetazione si presentava più alta e folta scorgendo un ragazzo che si era nascosto nel sottobosco.

L’uomo, senza opporre resistenza e con le mani in alto, usciva dal suo nascondiglio e veniva identificato per Maurizio Rubino nato il 09/09/1961 a Mesagne e ivi residente.

Nell’area interessata dall’azione delittuosa, oltre alle due  ricetrasmittenti, ancora accese e ad un guanto, si rinvenivano  vari attrezzi atti allo scasso e una calza da donna.

Dal sopralluogo presso il ristorante emergeva che i ladri, utilizzando una scala  a pioli trovata sul posto, erano saliti sul terrazzino del deposito e qui  avevano praticato un buco sul tetto, fatto di eternit, e  si erano introdotti nel vano sottostante che da accesso al bar “ONE COFFE” , dove  è ubicata una sala per le slot machine ed una macchina cambia soldi con ancora l’intero incasso.

A carico del Maurizio Rubino emergevano numerosissimi precedenti penali, inoltre era pendente un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla Corte d’Appello di Lecce il 30.5.2013 in sostituzione della misura degli arresti domiciliari, poiché l’uomo si era reso irreperibile dal 24.4.2013 dalla Comunità Emmanuel di Oria dove si trovava agli arresti domiciliari.

Al termine degli accertamenti Rubino veniva tratto in arresto per tentato furto aggravato in concorso, con altre persone rimaste ignote, danneggiamento, porto ingiustificato di arnesi atti allo scasso e ricettazione di autovettura.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner