Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 04:19

Annapia Rolli risponde alle accuse sul "Rifugio di Galatone"

Annapia Rolli risponde alle accuse sul "Rifugio di Galatone"

Galatone - Nella giornata di venerdì, le guardie zoofile di Nardò hanno effettuato un sopralluogo all'interno di un rifugio per cani di Galatone.

Questa mattina abbiamo contattato la dottoressa Annapia Rolli, ovvero la proprietaria del terreno dove sorge questo rifugio, che ha voluto fare chiarezza sulla vicenda:

"I cani stanno tutti bene, e le notizie circolate in questi giorni sul mio conto sono solo delle calunnie. Innanzitutto, ci tengo a precisare che non è assolutamente vero che all'interno del terreno di mia proprietà siano stati trovati cadaveri di cuccioli di cane. Nel mio rifugio inoltre, non ci sono al momento cuccioli e tutti i cani godono di ottima salute. Non esistono fosse comuni come dichiarato erroneamente dal qualche testata. Nella struttura, è stato seppellito solo un cane, morto all'età di 15 anni, che era qui da molto tempo. Ho deciso di seppellirlo io stessa nel terreno di mia proprietà e coprire la fossa con una pedana, in modo che non possetessero arrivarci gli altri cani. Mi piaceva l'idea che potesse riposare nel posto in cui è vissuto ed ha trovato una famiglia. La Asl stessa ha dichiarato che i cani stanno bene.

Non è assolutamente vero che i cani sono costretti a bere acqua sporca. Le scodelle vengono regolarmente pulite ogni giorno e l'acqua è cambiata quotidianamente. Capita a volte però che i cani abbiano il muso sporco di terra dopo aver giocato o che per il caldo vi immergano le zampe.

I tetti in eternit posti a protezione delle cucce sono intatti e regolarmente controllati. Qualora dovessero risultare inadatti per la salute dei cani verranno sostituiti, come d'altronde stavo già facendo sostituendo le cucce vecchie con quelle nuove e a norma, come è stato fatto anche per le recinzioni. Ma non avendo nessun tipo di aiuto economico, perchè faccio tutto da sola, ci vuole un po' di tempo. Non è assolutamente vero poi che i cani vivono "ammassati". Escono ogni giorno dai recinti per lunghe passeggiate e soprattutto ogni recinto ne contiene al massimo tre e sono tutti sistemati in base alle caratteristiche fisiche e comportamentali, in modo che riescano a convivere al meglio. Alcuni addirittura hanno un recinto tutto per loro. Falsa anche l'affermazione secondo la quale i cani starebbero tutto il giorno sotto il sole cocente o la pioggia. Ho già da tempo iniziato i lavori di copertura, partendo ovviamente dalla cucce più esposte. Sono regolarmente seguiti da due veterinari che provvedono a curarli quand'è necessario ed a vaccinarli, mangiano solo mangime secco e gran parte della mia pensione da ex insegnante, viene spesa per loro. Sono 53 cani, sereni e docili, che hanno alle spalle storie di abbandono e degrato, che io ho trovato in condizioni igenico-sanitarie pietose. Tra tutti un cucciolo di pastore tedesco, completamente cieco e sofferente, abbandonato dopo essere stato legato ad un albero con le scodelle per l'acqua ed il cibo ormai vuote.

Questi cani vivono grazie all'amore e alla dedizione, mia e di altre 5 volontarie mie amiche che mi danno una mano. Per me, da quando ho loro, non esistono Domeniche o festività, per questi motivi, leggere quelle cattiverie sul mio conto mi ha fatto male. Il mio rifugio è diventato una casa per chi ne ha bisogno. Tolgo i cani dalla strada ed oltre ad una cuccia ed al cibo, ogni giorno do loro amore".


La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner