Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 18 agosto 2017 - Ore 01:24

Prima il furto poi lo schianto, arrestato sorvegliato speciale

Prima il furto poi lo schianto, arrestato sorvegliato speciale

San Cesario -

È finita nel peggiore dei modi la fuga di Domenico Vitale, classe ’72 di Surbo, sorvegliato speciale, dopo un lungo e spericolato inseguimento dei Carabinieri è stato bloccato a Lecce in viale Leopardi, mentre tentava la fuga a piedi. Aveva appena svaligiato un supermercato di San Cesario.

Intorno alle 05.00 circa il 112 viene attivato da un cittadino di San Cesario il quale segnala movimenti sospetti all’interno del supermercato “META” corrente sulla Lecce-San Cesario. La pattuglia immediatamente inviata sul posto riscontra evidenti segni di scasso e conseguente svaligiamento di merce alimentare, soprattutto liquori, oltre alla cassa derubata. Da una rapida raccolta di informazioni sul posto emerge la targa di una Ford Focus, da poco allontanatasi dalla zona. Le immediate ricerche della Centrale Operativa permettono il rintraccio della vettura sospetta – con a bordo due uomini – alle porte di Lecce: alla vista della “gazzella” la Focus accelera ed inizia un rocambolesco inseguimento con semafori “bruciati” e manovre spericolate, che finisce dalle parti del Centrum. Qui i malviventi finiscono fuori strada e fuggono a piedi, ma i Carabinieri sono alle calcagna. Ai militari del Radiomobile si unisce anche un militare che, all’alba, ha appena smontato dal turno presso la Stazione CC Lecce Principale ma è corso in ausilio ai colleghi impegnati a poca distanza da via Lupiae. Il carabiniere non è nuovo a gesti del genere: a settembre dello scorso anno ha eroicamente sventato un rapina a mano armata presso il “MercatoneUno” di San Cesario. In breve  il VITALE, braccato, viene bloccato in viale Leopardi per poi essere condotto in caserma, mentre del complice non si ha traccia. Una volta in sede vengono sviluppati gli accertamenti: la macchina risulta rubata alcuni mesi fa a Merine, al suo interno vi è la refurtiva di San Cesario unitamente ad arnesi atti allo scasso. Il reo è un sorvegliato speciale che di notte è tenuto a rimanere presso il suo domicilio. Il quadro è tratteggiato: arresto in flagranza e soggiorno a Borgo San Nicola, previo parere concorde del PM dott.ssa Francesca MIGLIETTA. Merce restituita.

Tuttavia i militari stanno approfondendo il percorso della fuga e i legami dell’arrestato, per addivenire all’identificazione del complice: potrebbero essere vicina la svolta. Intanto si stanno approfondendo anche i dettagli di alcuni furti simili avvenuti nelle precedenti notti intorno a Lecce.

 

 

 

 

 

 


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner