Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 23 ottobre 2017 - Ore 13:50

Via i sigilli dalla Iris Sud, l'azienda può tornare a produrre

Via i sigilli dalla Iris Sud, l'azienda può tornare a produrre

Casarano - Dopo dieci giorni di blocco ai macchinari, oltre che ai conti correnti degli amministratori della Filanto, la Iris Sud di Casarano, può tornare a produrre, probabilmente già a partire dalla prossima settimana. Si riaccendono così, le speranze per i 200 lavoratori che da qualche giorno erano costretti a casa, dopo il maxi sequestro effettuato dalla Guardia di finanza di Bari su ordine della Procura di Lecce. 

Il disssequestro, sempre ad opera delle fiamme gialle, ha avoto luogo nel pomeriggio di ieri. Alla base dell'operazione, l' erogazione di alcune sovvenzioni pubbliche dalla regione al Consorzio produttori salentini calzature di Casarano, nell’ambito del programma operativo "Por puglia 2000- 2006, avvenuta del 2002. 

Da qui infatti, scaturì un inchiesta denominata "Old Machine" e avviata nel 2009 dal sostituto procuratore Imerio Tramis prima e da Antonio Negro poi, i quali, ipotizzarono a vario titolo, nei confronti di sette indagati, le accuse di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e truffa aggravata ai danni dell’Inps.

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "CRONACA"
13 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Riparte il servizio operativo della Polizia Locale con il sistema di rilevazione elettronica delle infrazioni al Codice della Strada denominato...

07 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - In merito alla vicenda giudiziaria che vede protagonisti i proprietari del Parco Gondar e presunti abusi edilizi, il presidente...

03 Aprile 2017 - Gallipoli

Gallipoli - Nuovo sequestro preventivo per il Parco Gondar di Gallipoli. Di seguito la nota ufficiale diffusa dallo Staff della struttura:"Con rammarico si...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
mario - 06/04/2013
Puntare sulla qualità.
Lecce ed il salento ricchi di mare e di sole e di tanti prodotti di eccelenza,dovrebbero fare altrettanto con l'industria.
Il salento per fortuna non ha una industria inquinante, ma una tradizione calzaturiera abbastanza diffusa,anche
l'abbigliamento ed il comparto mobili, sono dei settori che attualmente risultano dormienti, ma hanno una tradizione ricca
di esperienze e di risultati raggiunti che in un passato non molto remoto hanno dato grandi risultati.purtroppo noi diamo
lontani dai mercati del nord e centro europa e tutto questo incide sulla competitività delle nostre aziende.
Dovremmo quindi puntare sulla qualità con investimenti tecnologici , consorziarsi per diventare più forti
economicamente ed investire in publicità anche sulle reti televisive nazionali.
Dovremmo inoltre puntare anche sui mercati vicini,cioè su tutti i paesi che si affacciano sul mediterraneo.La
fiera del Levante è già una realtà che bisogna potenziare cercando di catturare l'attenzione di tutti, con una publicità
in grado di raggiungere questi paesi.La puglia e Lecce in particolare dovrebbero farsi promotori di una
grande fiera per l'agricoltura, noi siamo una tra le regioni che vantano per qualità e quantità prodotti di
eccellenza e potremmo per la nostra posizione geografica irradiare e vendere le nostre competenze sui paesi
vicini, che anche se poveri attualmente, possono essere in futuro dei mercati per tutte le nostre merci.


Banner
Banner
Banner