Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 11:21

Le regole dell'eco-bagnante: rispettare l'ambiente senza stress

Le regole dell'eco-bagnante: rispettare l'ambiente senza stress

Italia - I litorali sabbiosi e le acque cristalline del Salento ci stanno aspettando per celebrare degnamente la stagione balneare.

Un patrimonio costiero ineguagliabile, una risorsa preziosa, talvolta minacciata da cementificazione selvaggia, scarichi industriali, erosione e inquinamento. Se contro alcuni di questi problemi possiamo fare poco, ci sono però alcuni semplici accorgimenti che come bagnanti possiamo seguire, una sorta di vademecum salva spiaggia.

Ecco, quindi, delle semplici accortezze per rilassarsi senza danneggiare l'ecosistema marino:

È una spiaggia, non una discarica. Una cannuccia impiega dai 20 ai 30 anni a decomporsi, un fazzoletto di carta 3 mesi, una bottiglia di vetro non si degrada mai completamente. Se avete portato il pic-nic in riva al mare, raccogliete gli avanzi.



- Attenzione ai sacchetti di plastica. Basta un colpo di vento per farli finire in acqua, dove diventano trappole mortali per molti animali marini. Delfini e tartarughe marine, per esempio, li scambiano per meduse, e nel tentativo di raggiungerli finiscono soffocati.



- Fumatori sì, ma responsabili. Gettate i mozziconi in un apposito portacenere portatile oppure è sufficiente un bicchierino di plastica, che poi getterete nella spazzatura. Una sola "cicca" di sigaretta può inquinare un metro quadrato di mare.



- Se avete intenzione di entrare in acqua scegliete solamente creme contenenti filtri solari a base di minerali, come l'ossido di zinco. La maggior parte delle creme ad alta protezione, disciolte in acqua, danneggiano l'ecosistema marino, in particolare i coralli.

- Quando fate la doccia, sia in spiaggia che in barca, evitate di usare shampoo e bagnoschiuma, a meno che non utilizziate prodotti al 100% naturali: alcune sostanze in essi contenute risultano fortemente inquinanti per il mare.

- No ai falò. Non accendete fuochi in spiaggia o nella macchia mediterranea limitrofa. L'estate è la stagione degli incendi e alcuni di essi sono inavvertitamente causati da turisti distratti che perdono il controllo delle fiamme o lanciano nella vegetazione sigarette ancora accese.




- Fatevi sentire. Se osservate in un altro bagnante un comportamento che vi sembra scorretto o dannoso dal punto di vista ecologico, fateglielo educatamente notare. Se saprà cogliere il vostro garbato e ironico rimprovero, vi sarete fatti un amico in più.

E comunque, la buona educazione è contagiosa.

Paola Errico


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner