Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 13:50

Scade oggi la 1° rata dell'IMU, ecco cosa occorre sapere

Scade oggi la 1° rata dell'IMU, ecco cosa occorre sapere

Lecce - Scadeoggi il versamento della prima rata dell'Imu, Imposta Municipale unica.
La nuova tassa ha generato il panico tra la cittadinanza, incerta sulle modalità e sul calcolo.

RATE IMU- Per l'abitazione principale si può scegliere di ripartire l'importo dell'Imu in due o in tre rate.
La prima si versa entro il 18 giugno; se invece si è scelto di pagare in tre rate, allora bisognerà segnare in agenda di versare la seconda rata entro il 17 settembre e la terza entro il 17 dicembre; se si è preferito pagare in due tranches, la seconda scade a dicembre. 

CALCOLARE L'IMU- Per calcolare il valore su cui applicare l’Imu, occorre: 
- rivalutare la rendita catastale del 5% (basta moltiplicarla per 1,05) e moltiplicare il risultato per 160. Poi bisogna applicare al valore l'aliquota fissata dallo Stato, lo 0,4%;
- rapportare l'importo al periodo di possesso e alla percentuale di possesso;
- sottrarre dall'importo ottenuto la detrazioni che ti spettano sull’abitazione principale e sui figli rapportate al periodo di possesso ;
- sottrarre 200 euro per l’abitazione principale da suddividere in parti uguali tra gli aventi diritto;
- sottrarre 50 euro per ogni figlio minore di 26 anni convivente anche se non a carico (per un massimo di 8 figli);
- ricordare che la detrazione che ti spetta per i figli deve essere divisa tra i genitori e rapportata al periodo di possesso della casa, in caso di separazione spetta a chi vive con il figlio. La detrazione deve essere rapportata al numero di mesi in cui il figlio è stato residente fino al compimento dei 26 anni;
- dividere il risultato ottenuto per tre o per due a seconda di quale rateazione hai scelto;
- inserire in agenda una revisione del conto appena ottenuto: la rata di dicembre dell'Imu sarà a conguaglio del dovuto sulla base delle regole che nel frattempo i singoli Comuni avranno deliberato (entro il 30 settembre).

SECONDE CASE-  Per calcolare il valore su cui applicare l’Imu, si deve rivalutare la rendita catastale del 5% e moltiplicare il risultato per 160. Poi, bisogna applicare al valore ottenuto l'aliquota base sulle seconde case che è pari allo 0,76%, senza alcuna detrazione.
La rata va pagata entro il 18 giugno, mentre la seconda entro il 17 dicembre. 
La prima rata dev'essere divisa a metà per essere versata in parte al Comune e in parte allo Stato, con il modello F24.
La rata di dicembre sarà a conguaglio e bisognerà, quindi, attendere le delibere comunali.
Ache lo Stato, però, potrebbe decidere di cambiare le regole prima che scada la seconda rata, quindi, entro il 10 dicembre, il Governo, a seconda di quanto incasserà con la prima rata, deciderà come e se modificare l’aliquota base.
Ricordiamo che la casa di proprietà di anziani o disabili ricoverati permanentemente in case di riposo è considerata seconda casa ai fini dell’Imu. 

MODALITA' DI PAGAMENTO-  Il pagamento va effettuato tramite modello F24, pagando online sul sito dell’Agenzia delle entrate, oppure in banca, negli uffici postali o presso gli agenti della riscossione (Equitalia).
Da dicembre si potrà utilizzare il bollettino postale, le cui modalità di compilazione verranno rese note in seguito. Chi possiede la partita Iva potrà pagare esclusivamente per via telematica.
Il vecchio F24 può essere comunque utilizzato fino al 31 maggio 2013.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)


Commenti inseriti
Avatar
luca - 17/06/2012
l'ennesima rapina legalizzata ai danni dei cittadini da parte di uno stato semppre piu' ladro.


Banner
Banner
Banner