Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 21:40

Caro Carburante, la Cia commenta De Vincenti

Caro Carburante, la Cia commenta De Vincenti

Italia - Il Ministero dello sviluppo economico ha convocato in mattinata i rappresentanti della filiera carburanti, per fare il punto sulla situazione dei prodotti petroliferi.
Alla fine dell'incontro il sottosegretario allo Sviluppo economico, Claudio De Vincenti ha dichiarato: "Il governo si aspetta da oggi stesso una riduzione dei prezzi del carburante di almeno 4-5 centesimi al litro, oltre alla riduzione di 2 centesimi già avvenuta.
Non solo - ha continuato De Vincenti - Il governo sta studiando un intervento per evitare che l'aumento nei prezzi di carburanti, dovuto anche alle maggiori accise disposte con la manovra, si traduca in un incremento dell'Iva sui carburanti stessi. Noi stiamo lavorando all'ipotesi di sterilizzare gli effetti dell'aumento del prezzo sull'Iva".

A commentare le parole di De Vincenti ci pensa la Cia-Confederazione Italiana Agricoltori, che dice: "La riduzione dei prezzi alla pompa di 4-5 centesimi al litro è un primo passo, ma certo non sufficiente a risolvere i problemi derivanti dal caro-carburante.
C'è sicuramente ampio spazio per chiedere un ulteriore abbassamento dei listini, ma soprattutto serve affiancare alle dichiarazioni e ai moniti misure strutturali che diano reale sollievo sia alle famiglie che agli agricoltori, oggi in grande difficoltà.
Finora -continua la Cia tramite comunicato stampa- l'aggravio sulla spesa alimentare derivante dai continui aumenti di benzina e gasolio ha già superato le 200 euro annue a famiglia, considerato che il costo del trasporto incide sul prezzo finale dei prodotti agroalimentari per il 35-40 per cento.
Ma per tutto l'ultimo anno gli italiani hanno dovuto sborsare più per il capitolo trasporti, carburanti ed energia (470 euro al mese) che per gli alimentari (467 euro al mese), con uno sbilanciamento mai visto prima verso auto e bollette a discapito della tavola. Non bastano le dichiarazioni d'intenti o gli interventi spot, per aiutare le famiglie, invece, è necessario, come dicono anche le associazioni dei consumatori, agire su due fronti: bloccare il prossimo aumento dell'Iva e introdurre il meccanismo dell'accisa mobile."

Manuela Melissano


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner