Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Martedì, 22 agosto 2017 - Ore 17:00

Allergie stagionali, tipologie e cure

Allergie stagionali, tipologie e cure

Italia - Per chi soffre di allergie di stagione questo non è certamente un bel periodo.
La primavera e le belle giornate portano, infatti, dei fastidiosi disturbi come naso chiuso, testa pesante, prurito agli occhi e rossore.
Chi vive in città riscontra spesso una forma diversa di allergia, la rinite allergica, che non colpisce chi vive in campagna in quanto è strettamente legata all'inquinamento atmosferico.
A scatenare le allergie sono i pollini, prima causa delle allergie stagionali in primavera ed estate; tra questi, la parietaria e le graminacee sono senza dubbio i principali responsabili dei fastidiosi sintomi: il perdurare del loro fiorire da agosto a ottobre fa sì che in molti si scatenino pesanti reazioni anche in una stagione "insospettabile", cioè in piena estate.
Le principali manifestazioni cliniche sono:
- rinite allergica, che corrisponde ad un'infiammazione della mucosa nasale e si traduce in una sensazione di naso ostruito, di naso che cola, di prurito a livello del naso o del palato, di starnuti ripetuti;
- asma allergica, caratterizzata da un disturbo respiratorio intenso, da una respirazione affannosa con tosse (generalmente notturna);
- orticaria allergica, che appare spesso velocemente dopo l'ingestione o l'assunzione di un farmaco o di un alimento e che si manifesta mediante un insieme di piccole papule rosse (piccoli brufoli sulla pelle) o di placche in rilievo sulla pelle, accompagnate da prurito intenso che a volte interessa l'intero corpo;
- l'edema di Quincke, infine, è una forma particolare d'orticaria, che si estende in profondità verso i tessuti sottocutanei, e anche verso le mucose. In forma severa, può raggiungere le vie aerodigestive superiori (gola e laringe) e dare luogo a crisi di soffocamento, con caduta della pressione arteriosa e perdita di conoscenza (Shock anafilattico).
La prima terapia è quella della prevenzione e consiste nell'allontanamento della causa scatenante.
A questa si aggiungono le terapie desensibilizzanti e quelle sintomatiche, basate sull'uso di cortisone e di antistaminici.
Gli esperti internazionali sono unanimi nell'affermare che i farmaci esercitano un controllo nell'asma e nella rinite se impiegati correttamente, tuttavia queste terapie non trattano la causa dell'allergia, ovvero non sono in grado di guarirla.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner