Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 19 ottobre 2017 - Ore 10:50

Cia: intesa tra costo e mercato del lavoro

Cia: intesa tra costo e mercato del lavoro

Italia - Il direttore nazionale della Cia, Confederazione italiana agricoltori, Rossana Zambelli ha partecipato alla conferenza stampa unitaria per illustrare i termini dell’intesa circa i problemi dell'occupazione, del costo e del mercato del lavoro, della semplificazione amministrativa e degli aspetti previdenziali. “Un accordo che risponde alle esigenze delle imprese agricole, oggi più che mai in difficoltà a causa degli elevati costi produttivi, contributivi e burocratici, che la manovra economica del governo Monti ha ulteriormente aggravato. E’ importante che si sia trovata un’intesa che affronta in maniera adeguata le questioni dell’occupazione, del costo e del mercato del lavoro, della semplificazione amministrativa e degli aspetti previdenziali”.
Così Rossana Zambelli ha commentato i vari punti dell’Avviso comune durante la conferenza stampa unitaria delle rappresentanze agricole, della cooperazione e dei sindacati che lo hanno sottoscritto.
“In un periodo di preannunciati conflitti sindacali sulla riforma del mercato del lavoro, è importante che il settore agricolo abbia trovato un’intesa che vede firmatarie tutte le parti sociali agricole. Non è un caso, infatti, che l’Avviso Comune valorizza proprio la bilateralità agricola che proviene da una lunga tradizione e che, alla luce degli spazi aperti dalla recente legislazione giuslavorista, si sta significativamente innovando per venire incontro in maniera adeguata e più puntuale ai problemi delle aziende e dei lavoratori."
“E’, inoltre, significativo che ampio spazio nell’intesa sia stato dedicato al tema della semplificazione amministrativa che per le piccole e medie imprese del settore agricolo rappresenta uno dei fattori che più incidono in termini di competitività. L’intesa, in pratica, vuole proporre soluzioni alle difficoltà del mercato del lavoro dovute alle caratteristiche oggettive e ineliminabili del settore agricolo: la necessità di impiegare manodopera in periodi circoscritti, ma ripetitivi nel corso dell’anno legati alle produzioni stagionali, nonché spesso soggetti all’imprevedibilità delle condizioni e delle emergenze climatiche. Significativo lo spazio, sempre nel contesto delle semplificazioni, dedicato ai lavoratori extracomunitari, che rappresentano una componete ormai strutturale del lavoro agricolo, ma per i quali le procedure risultano ancora troppo lente e farraginose”.
Continua la direttrice Zambelli:“Da aggiungere che la previdenza agricola viene evidenziata dal settore quale tema che richiede una maggiore attenzione da parte delle amministrazioni competenti, in particolare Inps, al fine di evitare contenzioso inutile e dispendioso per l‘amministrazione stessa e per le aziende. L’attenzione del governo rispetto a questo accordo e a questi temi avrà effetti positivi anche per la riduzione del lavoro irregolare”.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner