Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Sabato, 21 ottobre 2017 - Ore 05:13

Nuova campagna per una chirurgia estetica più sicura

Nuova campagna per una chirurgia estetica più sicura

Italia - Sebbene la ricerca della bellezza e della vita eterna spinga i cittadini a ricorrere al bisturi dei chirurghi estetici, lo scandalo internazionale delle protesi PIP non ha fatto che far abbassare, nel corso degli anni, la soglia d'attenzione delle migliaia di soggetti che si rivolgono a cliniche o a singoli professionisti.

Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, suggerisce alcuni accorgimenti per chiunque voglia sottoporsi a qualsiasi tipo di intervento chirurgico (liposuzione, mastoplatica, rinoplastica, trapianto di capelli, ecc.).

Anzitutto, secondo gli specialisti, bisogna svolgere due tipi di esami: ematochimici e cardiologici, nonchè ulteriori analisi d'accertamento come quelli allergologici e radiologici.
Ulteriore preliminare, e non meno importante, prima di passare sotto i ferri riguarda i compiti etici e deontologici dei chirurghi che dovrebbero sentirsi obbligati ad analizzare le intenzioni e le aspettative del paziente e sondare quanto queste possano corrispondere con i risultati ottenibili.

Per la buona riuscita dell'operazione, ovviamente, si necessita di professionalità, competenza e, necessariamente, di "sicurezza", parola d'ordine imprescindibile.

Va da sè che il continuo monitoraggio del paziente dev'essere effettuato in tutte le fasi operatorie attraverso le strumentazioni mediche di cui una sala operatoria dovrebbe necessariamente essere dotata.
Ulteriori elementi imprescindibili per un corretto svolgimento dell'operazione sono l'impianto di aspirazione dell'aria, che garantisca un continuo ricambio forzato di aria pura, nonchè la certezza dell'assoluta sterilità degli ambienti operatori e degli strumenti.

La conoscenza di ciò che comporterà l'intervento spetta anche alla responsabilità del singolo paziente, il quale deve essere informato su ogni aspetto e conseguenza dell'atto chirurgico e sulle caratteristiche della struttura cui ci si affida. Ai fini di una più compiuta tutela dei pazienti e per instaurare un rapporto di fiducia col proprio chirurgo, è necessario leggere attentamente il modulo del cosiddetto "consenso informato" che dovrebbe garantire necessità d'informativa del paziente.



Daniela De Angelis


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner