Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 02:12

Otranto: la Regione elimini gli ostacoli burocratici alla creazione del porto turistico

Otranto: la Regione elimini gli ostacoli burocratici alla creazione del porto turistico

Otranto - Salvatore Negro, capogruppo Udc della Regione Puglia, è intervenuto in merito alla questione della progettazione e realizzazione di un porto turistico a Otranto e invita, altresì, la Regione ad eliminare gli ostacoli burocratici che si frappongono alla costruzione del progetto.

Ha affermato: "La Regione si attivi per eliminare tutti gli ostacoli che si frappongono tra la progettazione e la realizzazione del Porto turistico di Otranto. Vanno bene le liberalizzazioni di cui si sta interessando il dibattito politico nazionale, ma ancor più importante e di vitale importanza è l’apertura di nuovi cantieri per creare occupazione, soprattutto in aree come la Puglia ed il Salento dove gli effetti della crisi economica si fanno sentire pesantemente e con risultati spesso devastanti per l’intera economia".

Prosegue la dichiarazione di Negro, scendendo nel dettaglio: "Per la realizzazione di questa importante infrastruttura, che prevede 530 posti barca ed un investimento privato di 50 milioni di euro, la strada appare ancora lunga e tortuosa. Infatti, sono 25 gli enti che dovranno esprimere parere positivo sul progetto, sulla Valutazione di incidenza e sulla Valutazione di impatto ambientale. Un percorso necessario ma che rischia di vanificare un investimento che porterebbe una boccata d’ossigeno all'economia di un territorio martoriato dalla disoccupazione e dalla crisi economica e darebbe un’ulteriore spinta ad un turismo di fascia medio alta consentendo l’attracco a quelle imbarcazioni di grande stazza che oggi navigano nel Mediterraneo".

Negro ha, in particolare, timore che si perdano, come nel caso di Gallipoli, i finanziamenti prima di poter realizzare l'opera. A Gallipoli, infatti, si persero i 120 milioni di fondi per la creazione del porto turistico.

Per evitare la stessa sorte al porto turistico di Otranto, Negro afferma che "deve essere la Regione a far sì che vengano rimossi tutti gli ostacoli burocratici che si frappongono alla realizzazione dell’opera. Un segno concreto per ridare credibilità alla politica, ossigeno all’economia del territorio, una speranza ai troppi disoccupati e fornire alla Puglia ed al Salento una struttura adeguata alle moderne esigenze del turismo internazionale".

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner