Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Giovedì, 17 agosto 2017 - Ore 07:54

Luigi Corvaglia primo italiano nel comitato direttivo della FECRIS

Luigi Corvaglia primo italiano nel comitato direttivo della FECRIS

Lecce - L’Assemblea generale della FECRIS, la Federazione europea dei centri di ricerca ed informazione sul settarismo, riunitasi presso l’Istituto di Tecnologia dell’Università di Sofia (SULSIT) ha eletto il dottore Luigi Corvaglia membro del ristretto gruppo che dirige e controlla le attività dell’organizzazione internazionale.

Il dottor Corvaglia è il primo italiano ad essere entrato nel comitato scientifico della Federazione nel 2015 e da oggi il primo ad entrare nel comitato direttivo della Federazione, organizzazione a cui fanno capo le associazioni 56 associazioni di 34 paesi del mondo, che si adoperano per  difendere le vittime degli abusi delle sette e di tutti i gruppi costrittivi e totalitari. 

Secondo i dati forniti dall'Osservatorio della Comunità Giovanni XXIII, che assieme alla Federazione è consulente della Squadra Anti-sette della PS, nel 2010 a finire nella trappola dei 500 sette presenti nel nostro Paese sono stati circa 240 mila italiani, in prevalenza uomini (54%) rispetto alle donne (46%). I più a rischio sono giovani (36%) e adulti (44%), meno gli anziani (20%). A smentire l’erronea credenza che a finire nella rete sono prevalentemente le persone povere e disperate, le sette fanno proseliti soprattutto tra il ceto medio (42%) e alto (38%). Nella geografia del fenomeno la maggiore presenza di movimenti è al Nord, con Lombardia (16%) ed Emilia Romagna (15%) in pole, seguiti, al Centro, dal Lazio (13%) e, al Sud, dalla Puglia (11%).

"L'ingresso dell'Italia nella Consiglio della FECRIS – ha dichiarato il dottor Corvaglia - inaugura una nuova stagione di attenzione per il fenomeno settario e per la gestione del problema della persuasione indebita nel nostro paese"

Il dottor Luigi Corvaglia condivide il privilegio di far parte del comitato direttivo insieme ai maggiori nomi mondiali impegnati nello studio della manipolazione mentale e delle sette, come gli americani Jania Lalich e Dave Clark. Psicologo e psicoterapeuta salentino, di Casarano (Lecce), dipendente della ASL di Bari, è esperto di manipolazione mentale e presidente del CeSAP (Centro Studi Abusi Psicologici), l’associazione italiana che studia e combatte le derive settarie all’interno dei culti religiosi e dei gruppi terapeutici. Già impegnato da anni nell’approfondimento delle tematiche inerenti la libertà ed il libero arbitrio da ogni punto di vista (politico, religioso, filosofico, ecc.) è collaboratore della cattedra di Criminologia dell’Università del Salento. 

Notizie sulla FECRIS

La Federazione, che ha sede a Marsiglia, in Francia, è una Ong facente parte della piattaforma dei diritti fondamentali della Comunità Europea (FRP), accreditata presso il Parlamento Europeo a Bruxelles e che gode del “Partecipatory Status” presso il Consiglio d’Europa di Strasburgo e dello “stato consultivo speciale” presso il Consiglio Economico e Sociale all’ONU a New York. In tutte queste sedi la Federazione opera al fine di promuovere politiche di difesa dei diritti degli individui e di contrasto agli abusi perpetrati da gruppi religiosi, “terapeutici” o ideologicamente radicali.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner