Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 09:27

La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!

La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!

Lecce - Nuovo appuntamento su FuturaTv.it con la nuova, imperdibile rubrica "a quattro zampe", nata dalla collaborazione tra la nostra redazione e le volontarie del canile sanitario di Lecce. Ad accompagnarci in questo viaggio alla scoperta di tante storie interessanti e coinvolgenti dei nostri amici animali, sarà Anna Pierri, volontaria dell'Associazione Nuova Lara che da anni è impegnata nel non semplice compito di gestione del canile. Un lavoro importante, frutto dell'amore verso gli animali e troppo spesso sottovalutato da parte di chi non conosce tale realtà e si lascia influenzare da luoghi comuni da sfatare. Proprio da ciò, l'esigenza da parte delle volontarie di far luce su una così fondamentale attività, subito raccolta da FuturaTv.it, da sempre particolarmente sensibile all'argomento. Nasce così "La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!", rubrica a cura di Anna, che oggi vi racconterà la storia di Tony!

"Questa è la storia di Tony, che come la maggior parte dei nostri racconti inizia con l’entrata in canile, triste destino spettato a lui e ai suoi 2 fratelli, ancora cuccioli. Più di tre anni fa, quando ancora il rifugio di Aura non esisteva, il canile sanitario ospitava cani anche nella zona ora facente parte dell'Isola ecologica, la più colorata, all’aria aperta. Non molto tempo dopo la loro entrata in canile, Fox e Serverino, i suoi due fratellini così battezzati dalle volontarie, trovano casa. Così, il piccolo Tony, un incrocio pastore a pelo raso di futura taglia media, continua a crescere nell'agility, ossia la zona esterna al canile. Insieme ai suoi amici inaugura l'apertura del rifugio di Aura e viene trasferito lì, nel suo nuovo box, che tristemente lui sente come "casa" definitiva dato che, come ogni cane di taglia media e quindi considerabile "troppo grande", nessuno posa i suoi occhi su di lui, nessuno si accorge di quanto sia speciale: Tony veniva chiamato da noi volontarie il "cane abbracciatutti", poiché nonostante avesse vissuto anni solo in un box, senza il calore di una casa e di una famiglia tutta sua, sapeva farci commuovere con un gesto così pieno di amore, che molto spesso, nonostante sia prevalentemente "umano", non é mai così sincero come quello che spontaneamente donava lui. Tony é stato il primo cane che ho conosciuto insieme al simpatico Bonjino, di cui si raccontava negli scorsi appuntamenti, entrando in canile e iniziando a fare volontariato. In quanto a prime esperienze ravvicinate posso dire che siano state decisamente positive, ho conosciuto cani rinchiusi dietro delle sbarre che ancora riconoscevano la parola “affetto”.

Difatti, le passeggiate con Tony erano sempre piene di questi abbracci, quasi gesti di riconoscenza infiniti per l'amore che gli veniva incondizionatamente donato... Se solo tutti loro sapessero quanto invece vorremmo ringraziarli noi, per ogni volta che ci hanno fatto sentire migliori. Per Tony quella gabbia é sempre stata troppo fredda e stretta, un cuore buono e caloroso come il suo aveva ogni diritto di ricevere una famiglia che se ne prendesse cura in modo esclusivo! Così, un bello, bellissimo giorno, quella famiglia è finalmente arrivata, composta da mamma papà e figlio. Quella bella mattina sono entrati al rifugio con l'idea di scegliere un compagno di vita, la loro attenzione si posò, finalmente, su quegli occhioni grandi e dolci, su quel sorriso scintillante e sulla sua esplicita richiesta di coccole! Ebbene, fu così che dopo qualche giorno di "frequentazione" e passeggiate all'aria, Tony conquistò definitivamente il loro cuore. E, dopo più di tre anni, dopo essere entrato cucciolo ed essere cresciuto in canile, non c'é gioia più bella che salutarlo, con un grande magone nel cuore, vedendolo varcare la soglia del cancello con accanto la sua nuova splendida famiglia, fiero e curioso! Queste sono le adozioni che ci regalano ancora la speranza per tutti quei cani adulti che sembra nessuno voglia guardare, quelli che del canile hanno fatto la loro casa e che vorremmo fossero visti come compagni di vita, a prescindere dall’età. Così come ogni uomo ha un bambino dentro, ognuno di quei cani ha un cucciolo nascosto da qualche parte, che aspetta solo di essere scovato. Il dolcissimo Tony ha ancora paura di tutto ciò che di nuovo lo circonda, ma i nuovi familiari si impegnano ogni giorno per farlo sentire finalmente a "casa", al suo posto, quello che si é sempre meritato e che finalmente occupa, nella loro casa, e soprattutto, nel loro cuore. E a noi, non resta che auguragli buona vita!"

La Redazione


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner