Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 22 ottobre 2017 - Ore 08:32

La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!

La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!

Lecce - Quinto appuntamento su FuturaTv.it con la nuova, imperdibile rubrica settimanale "a quattro zampe", nata dalla collaborazione tra la nostra redazione e le volontarie del canile sanitario di Lecce. Ad accompagnarci in questo viaggio alla scoperta di tante storie interessanti e coinvolgenti dei nostri amici animali, saranno Anna Pierri ed Elisabetta Montinaro, volontarie dell'Associazione Nuova Lara che da anni è impegnata nel non semplice compito di gestione del canile. Un lavoro importante, frutto dell'amore verso gli animali e troppo spesso sottovalutato da parte di chi non conosce tale realtà e si lascia influenzare da luoghi comuni da sfatare. Proprio da ciò, l'esigenza da parte delle volontarie di far luce su una così fondamentale attività, subito raccolta da FuturaTv.it, da sempre particolarmente sensibile all'argomento. Nasce così "La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!", rubrica a cura di Anna ed Elisabetta, che oggi vi racconteranno la vera storia di Max!"

"Oggi raccontiamo una storia per cui si attende ancora un lieto fine: la storia di Max, di un rosario, di una speranza, di una promessa. Max é uno splendido incrocio Golden retriver, ha circa due anni ed é in canile da ormai un anno. Il suo passato, a ripensarci, ha sempre commosso noi e anche chi lo apprende per la prima volta. Max é stato ritrovato con un senzatetto, non conosciamo perfettamente le sue abitudini ma sappiamo per certo che ogni volta che lo portiamo a prendere un po' d'aria, non appena possibile, lui oltre a dimostrarci la sua immensa gratudine e la sua voglia di correre e saltare, ad un certo punto del tragitto inizia sempre a guardarsi intorno, come se cercasse qualcosa o, più probabilmente, qualcuno... Inizia a piangere con lo sguardo perso nel vuoto e si calma solo quando riceve quelle coccole che gli piacciono tanto e che fortunatamente, riescono a "sedarlo", a scaldargli il cuore e a lavare le sue ferite, almeno per un po'. A cosa pensi, Max? Ce lo chiediamo spesso senza trovare risposta... Chi cerchi? Cosa ti manca? Sicuramente un passato che ti ha lasciato l'amaro in bocca. Un passato che ti ha fatto entrare in canile con appesa al collo una speranza: un rosario. Proprio il nome con cui poi, sei stato ribattezzato. Un rosario che rappresenta la speranza che tu possa avere un lieto fine, il simbolo che qualcuno ha voluto lasciarti addosso, impresso... Qualcosa che si é impresso anche e soprattutto nei nostri cuori e nei nostri occhi, e che ci porta a guardti ogni giorno con l'angoscia e la voglia di farti avere ciò che meriti. Ma sembra che quella speranza, fino ad ora, non sia servita ad altro se non a farti accogliere da persone che si prendono quotidianamente cura di te, e che non ti fanno certo mancare tutte quelle coccole di cui hai tanto bisogno! Ma tu, con la tua gioia di vivere, meriti tanto altro ancora... Meriti un posto caldo che ti protegga dall'inverno che stai scontando di nuovo in canile e, cosa più importante, qualcuno per cui tu possa diventare l'amore quotidiano, che possa dedicarsi a te e farti correre e giocare, stancarsi e poi riposarsi insieme, un punto fermo, qualcuno che ti accolga nella sua casa e nel suo cuore per la vita. Un giorno, per caso, trovandoci a chiacchierare con una volontaria siamo venute a conoscenza del fatto che "Max" non é il tuo vero nome: quel senzatetto che ti ha tenuto con sé 3 giorni, gli ultimi prima della tua entrata in canile, ha solo cercato di strapparti ad un destino crudele: il destino del cane di un pregiudicato, che rimane senza più nulla, da un giorno all'altro. Come spiegarti che la tua é stata solo una tremenda sfortuna? E che il tuo padrone, aveva scelto di metterti quel rosario al collo, chiamandoti "PAX", ossia pace in latino, forse per augurarti un futuro degno di te e del tuo nome? Non possiamo forse spiegarti ogni dettaglio della tua vita, ma te l'abbiamo promesso, cucciolone... Ci impegneremo affinché accada, affinché arrivi qualcuno che possa vedere nei tuoi occhi la stessa luce che vediamo noi e che apra quella maledettissima gabbia che imprigiona troppe anime che non lo meritano, che rendono tristi troppi occhi, e non ci arrendiamo. Il rosario rappresenta la speranza, noi, invece, vogliamo rappresentare una promessa! Per info potete rivolgervi al canile sanitario di Lecce scrivere a rifugioaura@gmail.com oppure, al numero 3203666893 (Anna, volontaria)".


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner