Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Venerdì, 24 novembre 2017 - Ore 04:50

La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!

La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!

Lecce - Secondo appuntamento su FuturaTv.it con la nuova, imperdibile rubrica settimanale "a quattro zampe", nata dalla collaborazione tra la nostra redazione e le volontarie del canile sanitario di Lecce. Ad accompagnarci in questo viaggio alla scoperta di tante storie interessanti e coinvolgenti dei nostri amici animali, saranno Anna Pierri ed Elisabetta Montinaro, volontarie dell'Associazione Nuova Lara che da anni è impegnata nel non semplice compito di gestione del canile. Un lavoro importante, frutto dell'amore verso gli animali e troppo spesso sottovalutato da parte di chi non conosce tale realtà e si lascia influenzare da luoghi comuni da sfatare. Proprio da ciò, l'esigenza da parte delle volontarie di far luce su una così fondamentale attività, subito raccolta da FuturaTv.it, da sempre particolarmente sensibile all'argomento. Nasce così "La voce di chi non ha voce: racconti a 4 zampe!", rubrica a cura di Anna ed Elisabetta, che oggi vi parleranno di Sterilizzazione come arma per combattere il randagismo.

"Ma voi i cani li fate adottare normali? No, perché sa, alle volte li sterilizzano”. Questa è solo una delle tante domande che ci lasciano perplesse, nelle chiamate che riceviamo quotidianamente. Buon sabato, cari lettori! Questa settimana vogliamo proporvi un argomento che nasconde insidie e pareri diversi, forse perché troppo poco conosciuto? La sterilizzazione, da molti considerata innaturale, come qualcosa che il cane subisce e che muta il suo “normale corso” evolutivo, è un argomento che sta particolarmente a cuore all’associazione Nuova L.A.R.A.  Difatti, quest’ultima pone la sterilizzazione come obbligatoria ai fini dell’adozione. Molto importante a riguardo è indubbiamente il rapporto tra la cultura della società odierna e il randagismo: che cosa vuol dire rispettare gli animali? Occuparci della loro salute, ad esempio, è un passo importante in questo senso, ecco perché è fondamentale interessarci alla prevenzione oltre che alla cura. Il controllo del randagismo viene facilitato dalla prevenzione delle antropozoonosi, ossia delle malattie infettive degli animali disseminate nell’ambiente dagli stessi. Per logica, dunque, interessarsi della loro salute equivale ad interessarsi anche della nostra.

Di recente, a Lecce, si è svolta la terza campagna di sterilizzazioni della colonia gatti del cimitero, richieste con delegazione dall’Enpa di Lecce e eseguite a carico totale dell’ENPA di Roma, che ha contribuito mettendo a disposizione il materiale chirurgico; insieme alla partecipazione della associazione Nuova L.A.R.A., la quale ha messo a disposizione la sala operatoria del rifugio di Aura, con il supporto della veterinaria dello stesso, Oana Gusatoaia. Sono stati ricoverati ed operati nel nostro rifugio ben 54 gatti che, dopo il fermo post operatorio, sono stati liberati nel loro habitat: un particolare ringraziamento a riguardo è rivolto all’Enpa nazionale di Roma, al veterinario, Dottor Meir Levy dell’Enpa e ai volontari Enpa di Lecce che si sono resi disponibili per la cattura e la degenza pre e post operatoria. È stato raggiunto in totale il numero importante di 150 gatti sterilizzati gratuitamente, nonché microchippati, grazie anche alla collaborazione dell’ASL di Lecce. La stessa ASL monitora la situazione delle colonie feline, assieme alle autorità veterinarie di competenza. La colonia presente nel cimitero raccoglie il numero di ben 300 gatti, difficilmente gestibili, e non è purtroppo la sola sul territorio leccese. Come nascono queste colonie feline? Il numero di gatti è in moltiplicazione poiché è molto difficile seguire la sterilizzazione di ognuno, per cui invece di trovarci fronte alle esigenze di un numero contenuto di gatti randagi, tali che possano ricevere le giuste cure, ci si ritrova ad occuparsi di un numero che continua a degenerare, rendendo impossibile ricoprire al 100% la sanità di ognuno. Nelle colonie feline si innescano lotte fra maschi che vogliono difendere il territorio, nonché la diffusione di malattie nella colonia stessa. Le associazioni si trovano a fronteggiare situazioni di questo tipo, causa della mancata prevenzione. Nondimeno, i volontari e gran parte della popolazione stessa, vittima probabilmente della propria stessa ignoranza. PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE! Infine, concludiamo questo breve resoconto con un immagine in allegato che crediamo possa essere esaustiva e soddisfacente".

La Redazione


Foto relative alla notizia

Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner