Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 16:41

Oggi si commemora la Giornata Mondiale per l’Eliminazione delle Violenza sulle Donne

Oggi si commemora la Giornata Mondiale per l’Eliminazione delle Violenza sulle Donne

Lecce - Il problema della violenza di genere nel Bel Paese è tuttora allarmante.

Al 2006, l'ISTAT ha eseguito un'indagine per via telefonica su tutto il territorio nazionale, raccogliendo i dati secondo i quali le donne, tra i 16 e i 70 anni, che dichiarano di esser state vittime di violenza, fisica o sessuale, almeno una volta nella vita, ammontano a 6 milioni e 743 mila, cioè il 31,9% della popolazione femminile; considerando il solo stupro, la percentuale è del 4,8% (oltre un milione di donne).

La scelta del 25 novembre, come data internazionale della lotta contro la violenza sulla donna ha origine al primo Incontro Internazionale Femminista, celebrato in Colombia, nell’anno 1980. In quell'incontro, la delegazione della Repubblica Dominicana propose questa data in onore delle sorelle Mirabal, tre dissidenti politiche della Repubblica Dominicana, brutalmente assassinate nel 1960 per ordine del dittatore Trujillo. In modo progressivo, molti paesi si sono uniti alla commemorazione di questo giorno, come simbolo del clamore e della denuncia di fronte al maltrattamento fisico e psicologico verso le donne e le bambine.

Nel 1998, l’assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità la internazionalizzazione della commemorazione di questa data, invitando governi, organizzazioni internazionali e ONG ad organizzare attività ed eventi per accrescere la consapevolezza dell’opinione pubblica su questo tema.

Per l'occasione l' Associazione F.I.D.A.P.A BPW Italy sez. di Casarano, organizza per domani alle ore 19 presso la propria sede, un "Caffè Letterario" aggiuntivo a quelli già in programma, presentando il libro di Giuseppe Ruggero Negro, dal titolo: 2012: l'ultimo arcobaleno. Apocalisse preannunciata, che attiene alle problematiche della violenza di genere.

Ci sarà, così, domani e, si spera in molte altre occasioni e luoghi, uno spazio per discutere sulle  problematiche della violenza contro/sulle donne.

Se è vero che, con i movimenti femministi si sono compiuti molti passi in avanti e si è potuto dare nome ad una forma di violenza, e quindi riconoscerla e condannarla nella giurisprudenza e nel pensiero istituzionale, è anche vero che nel discorso sociale qualcosa di profondo va ancora cambiato.

Quante volte sentiamo affermare frasi del tipo: “da come era vestita sembrava che se la stesse cercando”, “se viene picchiata perché non va via di casa?”, oppure “all'inizio però lei ci stava”?.

Ascoltando queste affermazioni si insinua il dubbio che, ad un certo punto dei ragionamenti comuni sulle violenze alle donne, vi sia un'attribuzione di responsabilità tutta al femminile; come se l'agire violento maschile non facesse più parte dei fatti. È come se si stabilissero limiti alla sessualità femminile ed al suo corpo, limiti che se oltrepassati trasformerebbero corpo e sessualità femminili in proprietà dell'uomo.

In sostanza, il discorso sulla violenza contro le donne dovrebbe poter coinvolgere altri “discorsi” che vadano oltre il modo in cui vengono concepiti il corpo e la sessualità femminili stessi.

Giulia Gianfagna


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner