Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 16 agosto 2017 - Ore 17:25

#Amicia4zampe: Le otiti nel cane e nel gatto, prevenzione e sintomi

#Amicia4zampe: Le otiti nel cane e nel gatto, prevenzione e sintomi

Lecce - Primo appuntamento del 2015 con la nostra rubrica "a 4 zampe", grazie alla quale potremo comprendere meglio il mondo dei nostri animali domestici, cercando di apprendere e di conoscere tutti gli strumenti necessari per capire e soddisfare le loro esigenze. Per far ciò, ci avvarremo dell'ausilio e dell'esperienza di medici veterinari, di professionisti del settore e di validi esperti in materia, i quali ci condurranno in questo viaggio alla scoperta di tutto ciò che può essere utile per prenderci cura dei nostri amici animali. Quest'oggi, la dottoressa Rachele D'Amico, medico veterinario leccese, ci parlerà delle problematiche legate all'otite nel cane e nel gatto.

"L’otite è l’infiammazione dell’apparato auricolare e, a seconda della porzione di orecchio che coinvolge, - spiega la dottoressa Rachele D'Amico - si differenzia in otite esterna, media ed interna. L’orecchio esterno è separato da quello interno dal timpano che, coinvolgendo strutture nervose importanti, causa conseguenze più gravi se colpito. Tra i cani ci sono razze maggiormente predisposte  a  causa della forma delle orecchie, lunghe e pendenti (come nel caso del cocker spaniel o del basset hound) oppure con molto pelo all’interno del padiglione, condizione che facilita la veicolazione di sostanze estranee (come nel caso del barboncino).

Le otiti si manifestano attraverso rossore del padiglione auricolare esterno, prurito (il cane, così come il gatto, si gratta insistentemente, scuote la testa, inclina il capo, abbassa l’orecchio), dolore alla palpazione, cattivo odore e, nel caso di otite interna, segni neurologici. Le cause possono essere diverse: ristagno di acqua, allergie, intolleranze alimentari, corpi estranei, parassiti, infezioni da batteri e/o lievitiFortunatamente - continua - le otiti si possono curare facilmente, ma è necessario non trascurare i primi sintomi e la cura è tanto più efficace quanto più è tempestiva: appena si notano sintomi caratteristici bisogna rivolgersi al proprio Veterinario, che provvederà ad individuarne la causa, attraverso l’osservazione accurata di tutto il condotto uditivo con attrezzature idonee e l’eventuale effettuazione di esami collaterali (tamponi auricolari di diversa natura, endoscopia, ecc) e ad impostare, di conseguenza, la terapia più adatta, caso per caso.

Per prevenire le otiti o evitare le ricadute è fondamentale l’attenzione nei confronti del cane o del gatto per identificare immediatamente i primi sintomi. Inoltre, specie nelle razze predisposte, conviene attuare una pulizia quotidiana del padiglione auricolare esterno in modo che siano sempre asciutte e pulite. La pulizia può avvenire con una garza o un batuffolo di cotone, asciutti oppure imbevuti con soluzioni detergenti vendute in farmacia o nei negozi di articoli per cani (che preferbilmente vi avrà consigliato il vostro Veterinario!). Si consiglia sempre, quando si lava il cane, di asciugare per prima cosa le orecchie, evitando il più possibile che entri acqua o che rimangano a lungo umide. Nel caso di un’eccessiva produzione di cerume, che potrebbe predisporre all’insorgenza di otite, è bene chiedere al vostro Veterinario di prescrivervi un prodotto ceruminolitico ed igienizzante.

Se avete una razza predisposta alle otiti, è fondamentale abituare il cane alla pulizia delle orecchie (senza aspettare che si ammali!) iniziando da cucciolo e abituandolo a poco a poco come se fosse un gioco. In questo modo - conclude la dottoressa D'Amico - sarà meno critico curare l’otite nel caso in cui si presenti. Ricordatevi sempre, dopo la pulizia delle orecchie, di premiare immediatamente il cucciolo con un bocconcino, associando il più possibile il premio all’operazione (per esempio usando sempre la stessa frase o un rituale fisso per la pulizia)".

Per Info: Ambulatorio Veterinario Associato di Rachele D'Amico e Davide De Guz, via Gabriele Caiulo 12 (73100 - Lecce). Visite e chirurgia su cani, gatti ed animali esotici. E-mail: ambulatoriovetassociato@gmail.com, Dr.ssa Rachele D'Amico: 328-8766330/ Davide De Guz: 380-5165046. APERTO DAL LUNEDì AL VENERDì: ORARIO CONTINUATO DALLE 9.30 ALLE ORE 19.30. IL SABATO APERTO DALLE ORE 10 ALLE ORE 13.30.

#Amicia4zampe: Sei un veterinario, un educatore cinofilo, un addestratore, un allevatore o un semplice conoscitore del mondo dei nostri amici a 4 zampe e vorresti dire la tua? #FuturaTv ha pensato ad una nuova rubrica che fa per te! Se vuoi saperne di più contattaci sulla nostra pagina Facebook o al nostro indirizzo mail: info@futuratv.it. Se invece volete fare qualche domanda ai nostri veterinari o suggerirci un argomento da trattare nelle prossime settimane, scriveteci a info@futuratv.it. Vi aspettiamo! 

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner