Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 23 agosto 2017 - Ore 21:42

#Amicia4zampe: l'obesità negli animali domestici

#Amicia4zampe: l'obesità negli animali domestici

Lecce - Torna anche oggi, l'appuntamento settimanale con la nostra rubrica "a 4 zampe", grazie alla quale potremo comprendere meglio il mondo dei nostri animali domestici, cercando di apprendere e di conoscere tutti gli strumenti necessari per capire e soddisfare le loro esigenze. Per far ciò, ci avvarremo dell'ausilio e dell'esperienza di medici veterinari, di professionisti del settore e di validi esperti in materia, i quali ci condurranno in questo viaggio alla scoperta di tutto ciò che può essere utile per prenderci cura dei nostri amici animali. Quest'oggi, la dottoressa Rachele D'Amico, medico veterinario leccese, ci darà qualche consiglio utile per riconoscere o prevenire l'obesità nei nostri animali domestici.

"L'obesità è la condizione in cui il peso corporeo supera del 40% il peso forma ideale. Come le persone, gli animali diventano obesi se ingeriscono più calorie rispetto alle richieste dell’organismo. Le calorie in eccesso vengono convertite in grasso che si deposita nei tessuti. L'obesità è diventata negli ultimi anni un’importante e frequente condizione medica nelle persone; allo stesso modo, ne sono colpiti gli animali domestici che condividono il nostro stile di vita. I nostri pet non hanno più bisogno di cacciare per alimentarsi, ma trovano la ciotola piena di cibo nutriente senza fare alcuno sforzo, vivono nelle nostre case confortevoli e fanno sempre meno esercizio fisico. L'obesità è una condizione clinica che comporta gravi conseguenze sulla salute. Spetta quindi a noi proprietari - raccomanda la dottoressa D'Amico - tener sotto controllo il peso dei nostri amici attraverso  un apposito programma alimentare e del sano esercizio fisico".

"Le conseguenze dell'obesità sono numerose:  maggior logorio e stress per le articolazioni e un aumento del rischio di osteoartrite (una condizione dolorosa e debilitante); squilibri ormonali, urinari e cutanei; maggiore incidenza di problemi cardio-circolatori e respiratori (ipertensione, collasso tracheale,ecc); diabete, costipazione intestinale, patologie epatiche (es:lipidosi epatica nel gatto); problemi durante la gravidanza e il parto (distocia)".

"Non dimentichiamo, inoltre, - prosegue la dottoressa - che se il nostro amico avesse necessità di essere sottoposto ad un intervento chirurgico, andrebbe incontro ad un maggior numero di rischi durante l'anestesia generale, rispetto ad un animale normopeso. Alcune condizioni ormonali (come l'ipotiroidismo) e alcuni farmaci (come i cortisonici) possano causare l'obesità. Il peso corporeo di un animale adulto non dovrebbe variare nel tempo oltre il 5%. Gli animali sterilizzati hanno una maggiore possibilità di diventare obesi, in quanto richiedono meno calorie, e dovrebbero quindi ricevere una dieta ipocalorica, ricorrendo a un'alimentazione specifica - aggiunge. Gli animali dovrebbero fare qualche tipo di esercizio fisico quotidianamente: i cani devono essere portati a passeggiare e fatti giocare ogni giorno, i gatti che vivono chiusi in appartamento o in casa, senza accesso all'aperto, devono essere stimolati a giocare e muoversi, arricchiendo l' ambiente in cui vivono con  giochi diversi".

Ora passiamo ai consigli pratici: "Gli animali obesi devono iniziare lentamente e gradualmente gli esercizi fisici. È importante ricordare che negli animali obesi i sistemi cardiovascolare e respiratorio sono compromessi. Possono inoltre essere presenti problemi di artrosi che causano dolori articolari: negli animali grassi le articolazioni sono maggiormente sollecitate e logorate perché sostengono un peso maggiore. Prima di iniziare un regime di esercizio fisico gli animali obesi vanno fatti visitare dal veterinario, in modo da stabilire il tipo di attività fisica che possono sostenere. Camminare, correre e giocare sono le più comuni forme di esercizio: il nuoto, ad esempio,  è un esercizio eccellente perché l'acqua impedisce l'aumento eccessivo della temperatura corporea e non sottopone a sforzo le articolazioni". 

"Gli animali obesi hanno bisogno di una dieta molto bilanciata. I pasti fatti in casa e gli avanzi della tavola in genere contengono una quantità eccessiva di grassi e di sale. Anche i normali alimenti commerciali per cani e gatti contengono livelli elevati di grassi, perché i grassi rendono il cibo più appetibile. Gli alimenti commerciali specifici per animali obesi contengono una maggior percentuale di fibra rispetto agli alimenti di mantenimento; in questo modo non è necessario ridurre drasticamente la quantità di cibo offerto, perché la loro densità calorica è inferiore". 

"Se invece si tenta di ottenere una perdita di peso riducendo la quantità di cibo, l'animale riceverà anche una ridotta quantità di proteine, vitamine e minerali, il che può causare carenze e squilibri nutrizionali. Ridurre la quantità di cibo rallenta il metabolismo, poiché l'organismo tenta di «risparmiare» grasso, quindi non si verifica una perdita di peso, a meno che il metabolismo non sia stimolato e aumentato con l'esercizio fisico. Le diete per l'obesità sono diete specificatamente formulate per fornire all'animale una quantità adeguata di proteine, minerali e vitamine. Contengono l-carnitina, una sostanza utile per la perdita di peso, e una quantità maggiore di proteine di alta qualità, che favoriscono il mantenimento di massa muscolare, e maggiori quantità di minerali e vitamine per compensare le restrizioni caloriche. Il maggiore contenuto di fibra non fornisce calorie in quanto resta del sistema gastrointestinale e non viene digerito e assorbito.

"Per prima cosa - spiega la dottoressa D'Amico - è bene far fare una visita di controllo all'animale, per valutare se siano presenti patologie che possono favorire l'obesità, come ad esempio l'ipotiroidismo, e valutare le condizioni generali, ad esempio la presenza di artrosi. Il veterinario stabilisce qual è il peso ideale da raggiungere, e i tempi in cui raggiungerlo. Viene quindi suggerita una dieta ideale, le quantità di alimento da somministrare quotidianamente, e il tipo di esercizio fisico più indicato. Il peso va valutato periodicamente, per verificare che si stia ottenendo la perdita di peso ottimale. Il programma dietetico va seguito con rigore, senza cedere alle richieste dell'animale e senza sgarrare con premi o aggiunte. Tutti i membri della famiglia devono essere coinvolti nel programma di dimagramento e agire in modo concorde, per evitare che la dieta venga "aggirata" con bocconcini fuori programma. Anche se può sembrare di comportarsi in modo crudele, portare un animale obeso al peso forma - conclude - gli permetterà di vivere più sano e più a lungo. Una volta raggiunto il peso ideale, si imposta una dieta di mantenimento, per impedire che il nostro amico ingrassi nuovamente vanificando gli sforzi fatti".

Per Info: Ambulatorio Veterinario Associato di Rachele D'Amico e Davide De Guz, via Gabriele Caiulo 12 (73100 - Lecce). Visite e chirurgia su cani, gatti ed animali esotici. E-mail: ambulatoriovetassociato@gmail.com, Dr.ssa Rachele D'Amico: 328-8766330/ Davide De Guz: 380-5165046. APERTO DAL LUNEDì AL VENERDì: ORARIO CONTINUATO DALLE 9.30 ALLE ORE 19.30. IL SABATO APERTO DALLE ORE 10 ALLE ORE 13.30.

#Amicia4zampe: Sei un veterinario, un educatore cinofilo, un addestratore, un allevatore o un semplice conoscitore del mondo dei nostri amici a 4 zampe e vorresti dire la tua? #FuturaTv ha pensato ad una nuova rubrica che fa per te! Se vuoi saperne di più contattaci sulla nostra pagina Facebook o al nostro indirizzo mail: info@futuratv.it. Se invece volete fare qualche domanda ai nostri veterinari o suggerirci un argomento da trattare nelle prossime settimane, scriveteci a info@futuratv.it. Vi aspettiamo!

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner