Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Mercoledì, 18 ottobre 2017 - Ore 20:30

#Amicia4zampe: come nutrire in modo corretto i nostri gatti

#Amicia4zampe: come nutrire in modo corretto i nostri gatti

Lecce - Nuovo appuntamento con la nostra rubrica "a 4 zampe", su FuturaTv.it, grazie alla quale potremo comprendere meglio il mondo dei nostri animali domestici, cercando di apprendere e di conoscere tutti gli strumenti necessari per capire e soddisfare le loro esigenze. Per far ciò, ci avvarremo dell'ausilio e dell'esperienza di medici veterinari, di professionisti del settore e di validi esperti in materia, i quali ci condurranno in questo viaggio alla scoperta di tutto ciò che può essere utile per prenderci cura dei nostri amici animali. Questa settimana, per il settimo appuntamento della rubrica #amicia4zampe, la dottoressa Rachele D'Amico, medico veterinario leccese, ci darà qualche consiglio utile per nutrire i nostri gatti in modo sano e corretto.

"Per nutrire in modo adeguato il gatto - ci spiega Rachele D'Amico - è necessario capire i suoi bisogni alimentari, altamente specializzati: una dieta impropria può causare vari problemi di salute e abbreviare la sua aspettativa di vita di molti anni. Il gatto è un predatore, con una dieta basata quasi totalmente su alimenti di origine animale, quali appunto le piccole prede (roditori, uccellini, piccoli rettili come le lucertole, occasionalmente persino insetti). La dentatura, l'apparato digerente e il comportamento si sono evoluti in funzione dell'attività predatoria, nella quale il gatto è un vero maestro. L'attitudine alla caccia, innata, si manifesta con il gioco già durante le primissime settimane di vita. Durante il processo di domesticazione, il gatto non è cambiato in modo significativo riguardo ai bisogni nutrizionali e comportamentali rispetto ai suoi antenati selvatici e il suo sistema sensoriale è particolarmente adatto a rispondere ai componenti e alle qualità organolettiche della carne". 

"Poiché è un carnivoro stretto il gatto ha un maggior fabbisogno di proteine rispetto a molti altri mammiferi. I gatti - prosegue la dottoressa -non sono in grado di adattarsi ad una dieta a basso contenuto di proteine. Un elemento nutritivo fondamentale per il gatto è la taurina, un aminoacido che il gatto non può sintetizzare in misura sufficiente a soddisfare le sue esigenze. Se si sviluppa una carenza di questo elemento vi è un elevato rischio di comparsa di  gravi ed irreversibili danni per organi importanti come gli occhi e il cuore. La taurina si trova quasi esclusivamente nella carne ed è un'ulteriore dimostrazione del fatto che il gatto è un carnivoro obbligato. Le carenze alimentari possono causare diverse malattie e hanno conseguenze gravi sulla salute e la longevità del gatto. La dieta naturale tipica dei gatti (rappresentata soprattutto da topi e altri piccoli roditori), è costituta da circa il 45% di proteine, il 45% di grassi e solo il 4-5% di carboidrati. E' molto difficile, se non impossibile, riuscire a preparare una dieta casalinga completa e bilanciata senza specifiche competenze di nutrizione animale. Si rischia facilmente di creare gravi carenze o eccessi, soprattutto per quanto riguarda le vitamine e i micro e macroelementi. Un errore grave è, ad esempio, alimentare il gatto con sola carne o polpa di pesce, che sono quasi completamente privi di calcio e causano gravi difetti scheletrici. È anche ovvio che non si può nutrire il gatto di casa con topolini e uccellini. Ricorrere agli alimenti commerciali diventa quindi una necessità, purché si faccia una scelta oculata. È sbagliato affidarsi ad alimenti commerciali economici, di marche di bassa qualità, per risparmiare. La qualità dell'alimentazione si riflette direttamente sulla salute e la longevità, perciò un alimento di qualità favorisce una vita lunga e sana. Come regola generale, i prodotti di qualità superiore si trovano nei negozi specializzati, non nei supermercati (sicuramente non nei discount)".

"Le marche migliori hanno diverse linee di prodotti secondo lo stadio di vita del gatto (es. crescita, adulto, maturo, anziano), dal momento che le esigenze alimentari variano secondo l'età. Un gattino che mangia un alimento per adulti non otterrà la quantità necessaria di calorie, proteine, vitamine e minerali di cui ha bisogno per una crescita corretta. Un gatto adulto che mangia un cibo per gattini rischia di ingrassare. Un gatto anziano può aver bisogno di un alimento di elevata qualità con meno calorie e più facilmente digeribile. Riguardo al tipo di cibo (crocchette, bocconcini, paté o cibo umido in scatola) vi sono pro e contro da valutare. Le crocchette mantengono le loro caratteristiche anche se lasciate nella ciotola per ore. Durante la stagione calda sono una scelta molto conveniente. Le crocchette dopo la masticazione non lasciano residui di cibo in bocca, prevenendo la formazione di placca e tartaro. In genere contengono elevati livelli di carboidrati, necessari per la loro fabbricazione. Gli altri alimenti sono più ricchi di acqua, e possono essere indicati in caso di problemi specifici, possono essere fabbricati senza l’impiego di carboidrati, il che è un vantaggio per la dieta del gatto. I cibi umidi sono relativamente più costosi e tendono a deperire rapidamente, soprattutto nella stagione calda". 

"Per individuare un alimento di ottima qualità osservate l'etichetta. Il gatto è un carnivoro e ha bisogno di ingredienti di alta qualità, vale a dire proteine di origine animale molto digeribili. Alcune marche economiche impiegano principalmente ingredienti di scarsa qualità e poco digeribili, che quindi non forniscono una nutrizione ottimale. Anche se tecnicamente possono essere conformi alle specifiche richieste riguardo le percentuali di proteine, grassi, carboidrati, ecc, questi alimenti forniscono un minor apporto energetico e contengono proteine di scarsa qualità. Per questo motivo molte sostanze possono passare attraverso il sistema digerente del gatto senza essere assorbite, -afferma la dottoressa Rachele D'Amico - perciò si devono somministrare maggiori quantità di cibo di qualità inferiore per fornire al gatto gli stessi nutrienti forniti da una minore quantità di cibo di alta qualità. Quando si confronta il costo di questi alimenti sulla base della quantità giornaliera consumata dal gatto ci si rende conto che gli alimenti economici possono effettivamente costare di più nel lungo periodo. L'etichetta elenca gli ingredienti in ordine decrescente di peso. Verificate che i primi ingredienti siano di origine animale come carne, pesce, uova, o farina di carne o di pesce, preferibilmente non sottoprodotti. Carne, pesce, uova hanno tutti un alto valore biologico, il che significa che hanno una percentuale elevata di proteine digeribili, utilizzabili dall'organismo".

Per la dottoressa, poi, molti sono "gli errori da evitare e i miti da sfatare. Non date al gatto cibo per cani: i gatti hanno fabbisogni alimentari diversi dai cani, ad esempio hanno bisogno di più proteine nella loro dieta, di alcuni aminoacidi, come la taurina e arginina, di alcuni acidi grassi, come l'acido arachidonico e l'acido linoleico e di vitamina A preformata. Ai gatti va somministrato un alimento formulato specificamente per loro. Non scegliete alimenti commerciali in base al prezzo più basso, perché le materie prime di qualità hanno un costo. I prodotti di qualità hanno una digeribilità del 70-80%, quelli più scadenti del 60% circa. Nutrire il gatto esclusivamente con carne, tonno in scatola o polpa di pesce causa gravissime carenze di calcio che danneggiano lo scheletro, soprattutto nei gattini in crescita. I ritagli grassi, in gran quantità, non solo causano obesità ma possono causare la pancreatite, una grave condizione che può causare la morte".

"Il fegato - continua - va dato in quantità molto modesta (non più di un boccone alla settimana) perché può causare tossicità da eccesso di vitamina A, che causa dolorose alterazioni dello scheletro. Il bianco d'uovo crudo contiene una sostanza, l'avidina, che distrugge la biotina, una vitamina del gruppo B, causandone la carenza. Il polmone ha un valore nutritivo molto scarso. Ossa e lische sono molto pericolose e non vanno mai date ai gatti; possono rimanere incastrate o lacerare la bocca, l'esofago e il resto dell'apparato digerente. Il gatto ama fare pasti piccoli e frequenti, circa 10-20 al giorno; questo rispecchia l’attività predatoria del gatto selvatico, che uccide e consuma piccole prede più volte durante l'arco della giornata. Nei gatti che non hanno problemi di soprappeso e in quelli in crescita è possibile lasciare il cibo sempre a disposizione (ovviamente la giusta quantità giornaliera), in particolare se è del tipo secco, in modo che il gatto lo consumi secondo le necessità del suo organismo. Un gatto sano e attivo normalmente mangia la quantità di alimento utile a soddisfare le sue necessità caloriche, e non di più". 

"Poiché gli alimenti commerciali sono studiati apposta per essere molto appetibili, e il gatto in appartamento ha minori possibilità di praticare esercizio fisico rispetto quello selvatico, in molti casi può essere necessario razionare l’alimento per evitare problemi di obesità. In tal caso la quota totale giornaliera sufficiente a mantenere il gatto in forma può essere divisa in 5-6 piccoli pasti. È importante seguire una routine, lasciando il cibo a disposizione a orari fissi, senza mai cedere alle richieste. Il gatto impara rapidamente gli orari dei pasti, evitando di mendicare in modo incessante. Altrettanto importante è evitare di allungare al micio qualche bocconcino dal proprio piatto, se non si vuole insegnargli a essere insopportabilmente noioso e insistente durante pranzo e cena".

Infine, la dottoressa D'Amico conclude con un ultimo prezioso consiglio: "I gatti amano moltissimo ingerire fili d’erba, cosa che può apparire insolita per un carnivoro. Lo scopo di questo comportamento non è del tutto chiarito. Si ritiene che il gatto mangi erba per indurre il vomito grazie all’azione meccanica dei fili d’erba sulla parete dello stomaco; in questo modo può liberarsi di sostanze indigeribili come il pelo ingerito leccandosi o le ossa più grosse delle sue prede. In mancanza di erba molti gatti d’appartamento si adattano a ingerire le piante in vaso, con il pericolo di avvelenarsi. Si può ovviare al problema lasciando a disposizione del gatto dell’ottima erba gatta, di cui si trovano i semi in vendita nei negozi per animali".

Per Info: Ambulatorio Veterinario Associato di Rachele D'Amico e Davide De Guz, via Gabriele Caiulo 12 (73100 - Lecce). Visite e chirurgia su cani, gatti ed animali esotici. E-mail: ambulatoriovetassociato@gmail.com, Dr.ssa Rachele D'Amico: 328-8766330/ Davide De Guz: 380-5165046. APERTO DAL LUNEDì AL VENERDì: ORARIO CONTINUATO DALLE 9.30 ALLE ORE 19.30. IL SABATO APERTO DALLE ORE 10 ALLE ORE 13.30.

#Amicia4zampe: Sei un veterinario, un educatore cinofilo, un addestratore, un allevatore o un semplice conoscitore del mondo dei nostri amici a 4 zampe e vorresti dire la tua? #FuturaTv ha pensato ad una nuova rubrica che fa per te! Se vuoi saperne di più contattaci sulla nostra pagina Facebook o al nostro indirizzo mail: info@futuratv.it. Se invece volete fare qualche domanda ai nostri veterinari o suggerirci un argomento da trattare nelle prossime settimane, scriveteci a info@futuratv.it. Vi aspettiamo! 

La Redazione


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner