Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Domenica, 20 agosto 2017 - Ore 04:20

Voto allo Statuto, dissensi e pareri favorevoli

Voto allo Statuto, dissensi e pareri favorevoli

Lecce - Il Consiglio di Amministrazione dell'Università del Salento, all'unanimità dei presenti, ha espresso parere favorevole allo Statuto scongiurando, così, il rischio preannunciato di commissariamento.

La maggioranza assoluta è stata abbondantemente raggiunta, malgrado tre consiglieri abbiano abbandonato l'aula in segno di protesta. Si tratta del rappresentante del personale tecnico e amministrativo della Flc Gcil, Manfredi de Pascalis e due studenti appartenenti all'Unione degli Universitari, Marco Adamo e Massimiliano Gervasi.

Lo statuto, con il quale sono stati modificati solo due emendamenti circa i docenti e il personale tecnico amministrativo, è stato approvato dalla totalità dei consiglieri e dagli altri due rappresentanti studenteschi, Alberto Antonio Capraro dell'associazione La Sveglia e Riccardo Favale di Progetto Universitas.

Marco Adamo, rappresentante dell'Udu, è uscito dall'aula prima del voto allo statuto ed ha affermato: "Come associazione, abbiamo deciso di non dare il nostro appoggio soprattutto perché non ce la sentivamo di votare di fronte a un'impostazione del rettore che ha puntato sul fatto che se lo statuto non fosse passato ci sarebbe stato il commissariamento. Poiché la prima votazione era stata illegittima, come ha riconosciuto lo stesso Ministero, avremmo preferito che non ci fosse questo aut aut ma che si passasse all'esame di tutti gli articoli dello statuto e non solo di quelli evidenziati dal Miur, anche perché durante la prima votazione, quella di questa estate, non c'era stata data questa possibilità, il documento era stato approvato in toto".

Antonio Capraro, esponente in Cda de La Sveglia, ha invece votato e si è così espresso: "Ho votato per un senso di responsabilità, nei confronti degli studenti, dell'istituzione universitaria e del territorio, perché non dobbiamo dimenticare che siamo noi il volano dello sviluppo di questa terra. Però, ho espresso anche una nota critica all'intero Cda, sottolineando che dobbiamo imparare tutti la lezione di questa vicenda, perché spesso abbiamo messo in mezzo personalismi e abbiamo ridotto la discussione sul futuro dell'Università a un discorso pro o contro l'amministrazione Laforgia. L'impianto del rettore era quello che senza il voto saremmo andati al commissariamento e noi abbiamo l'obbligo di pensare al nostro futuro e con il commissario l'attività si sarebbe bloccata".

Oggi, 19 ottobre, il Senato Accademico ha deliberato lo Statuto, nuovamente all’unanimità dei presenti.

Lo Statuto torna al Ministero per una verifica di legittimità e se non ci saranno osservazioni verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e diventerà subito esecutivo.

A quel punto partirà la fase attuativa, che ridefinirà l’attuale assetto dell’Università in conformità alla nuova legge approvata dal Parlamento.

Marcella Barone


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner