Rimani aggiornato su ciò che accade nel Salento.
Diventa Fan di FuturaTv!
Chiudi

Segnala la notizia ad un amico

Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Grazie.

Il tuo messaggio non è stato inviato.

Quotidiano Lecce, Salento

- Lunedì, 20 novembre 2017 - Ore 08:40

Maltempo: allerta nelle campagne per l’ondata di freddo artico

Maltempo: allerta nelle campagne per l’ondata di freddo artico

Lecce - La Cia commenta le previsioni meteo che annunciano l’arrivo di “Attila”, con gelo e neve in tutto il Paese e temperature in calo anche di 10 gradi. Si temono danni agli orticoli invernali, difficoltà nei trasporti e nella distribuzione e nuovi incrementi dei costi energetici. Per questo bisogna rendere finalmente operativa la riduzione dell’accisa sul gasolio per le serre, prevista dal “decreto del Fare”.

C’è preoccupazione nelle campagne italiane per l’arrivo di “Attila”, il nucleo d’aria gelida proveniente dal Nord Europa che, a partire da domani, porterà le temperature giù di colpo anche di 10 gradi. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori.

Così, mentre in Sardegna continua la conta dei danni al settore, con la stagione produttiva ormai compromessa tra centinaia di ettari coltivati allagati, più di mille capi di bestiame andati dispersi, serre scoperchiate e magazzini per lo stoccaggio dei foraggi fuori uso -spiega la Cia- l’agricoltura si prepara ad affrontare nuovi disagi. Perché il freddo improvviso ed eccessivo vuol dire maggiori costi per il riscaldamento di serre e stalle, prodotti orticoli a rischio, difficoltà nell’approvvigionamento mangimistico per gli allevamenti e nel trasporto e distribuzione dei prodotti, specialmente quelli freschi.

Di conseguenza, se le previsioni meteo verranno confermate e, in particolare al Centro Nord, la neve scenderà anche a bassa quota -sottolinea la Cia- per le coltivazioni in campo aperto c’è pericolo di congelamento e blocco della crescita. Spinaci, radicchio, cavoli, insalate, broccoli, finocchi e carciofi sono i prodotti più “minacciati”.

E tra i comparti più in allerta, oltre l’orticoltura, c’è anche la zootecnia -aggiunge la Cia- che potrebbe risentire della diminuzione di resa produttiva degli animali causata dalle rigide temperature. Ma, soprattutto per le serre, le ricadute di freddo e gelo sui costi di produzione potrebbero essere significative, portando aggravi superiori al 5 per cento sulla voce “energia”.
Ecco perché -conclude la Cia- bisogna accelerare i tempi ed emanare al più presto il decreto di attuazione della norma contenuta nel “decreto del Fare”, approvato a giugno, che rende operativa l’agevolazione sul gasolio per il riscaldamento delle coltivazioni sotto serra con il taglio dell’accisa.


Social:
OkNotizie
Segnala notizia


Link sponsorizzato
ULTIME NOTIZIE DI "ATTUALITà"
12 Luglio 2017 - Lecce

Lecce - Si è da poco concluso lo scambio culturale “United We Win”, organizzato dall'associazione Arca del Blues di Lecce a Cortemilia dal...

17 Maggio 2017 - Lecce

Lecce - Si chiama Officina Informatica Solidale ed è un vero e proprio laboratorio informatico aperto a tutti e in cui si potranno riparare...

29 Marzo 2017 - Italia

Italia - La Fondazione Megamark di Trani, in collaborazione con i supermercati Dok, Famila e Iperfamila, promuove una nuova iniziativa di solidarietà...



  • Lascia un tuo commento... senza registrarti!
Nome (obbligatorio) E-mail (obbligatoria - non sarà pubblicata)
Testo del commento (obbligatorio)



Banner
Banner
Banner